startup insurtech, crif

C’è anche l’insurtech Wallife tra le cinque fintech selezionate per l’edizione italiana di Visa Innovation Program Europe, la piattaforma nata per accelerare e scalare l’innovazione fintech, giunta quest’anno alla sua seconda edizione in Italia. Il programma, in collaborazione con Hackquarters e Fintech District per l’edizione italiana, ha l’obiettivo di guidare l’innovazione nel mondo dei pagamenti e far crescere l’ecosistema fintech italiano. 

In particolare, la piattaforma di collaborazione Visa Innovation Program offrirà a ciascuna delle fintech l’opportunità di connessioni con i clienti e i partner di Visa interessati a esplorare le loro capacità, con l’obiettivo di promuovere collaborazioni oltre che testare e validare prodotti e servizi che contribuiranno a dare forma al futuro dei pagamenti e a fare crescere il mercato italiano e l’ecosistema fintech su scala internazionale.

A ciò si aggiungeranno un programma di formazione mirato, mentoring e presentazioni agli investitori per coloro che sono interessati a raccogliere investimenti volti a sostenere la propria crescita. Al termine del programma, Visa fornirà ulteriore supporto attraverso l’accesso alla sua rete globale di clienti, partner e investitori.

“Siamo molto contenti di questa seconda edizione che ci ha fatto scoprire delle realtà imprenditoriali dinamiche e innovative – ha affermato Stefano Stoppani, country manager di Visa Italia – L’Italia ha un ecosistema fintech sano, con solidi unicorni e un grande potenziale di crescita grazie a player che stanno sviluppando modelli di business completamente nuovi, soprattutto in ambito b2b. In Visa, l’approccio “aperto” alla nostra rete e il nostro ecosistema permetteranno alle fintech selezionate di trarre vantaggio dalla scala globale, dalle tecnologie e dalle performance di sicurezza di Visa per accelerare il loro percorso di crescita a livello internazionale e plasmare insieme la prossima ondata di innovazione.”

“Visa è nostro Corporate partner dal 2022, la nostra collaborazione ha preso il via durante la terza edizione del Milano Fintech Summit, il nostro evento di punta – ha commentato Clelia Tosi, head of Fintech District – Da allora abbiamo lavorato con passione a stretto contatto. Siamo molto orgogliosi di essere la scelta di Visa per l’edizione italiana del Visa Innovation Program nel 2024 insieme ad Hackquarters. Siamo sicuri che programmi come questo saranno cruciali per l’ecosistema italiano per renderlo più forte e più attraente per gli attori e i talenti internazionali e far prosperare l’open innovation nel mercato fintech italiano.”

Dal suo lancio nel 2018, Visa Innovation Program Europe ha raggiunto diversi traguardi, tra cui il completamento di cinque round, per un totale di quasi 100 fintech selezionate. Nel corso delle 5 edizioni del programma, sono stati realizzati 93 progetti pilota e accordi commerciali. Gli sforzi Visa di mentorship si sono concretizzati in un totale di 1.349 ore, fornendo ai partecipanti intuizioni preziose e rafforzando le loro competenze. Inoltre, i partecipanti al programma si sono impegnati collettivamente in oltre 100 round di investimento, assicurandosi un finanziamento totale per oltre 387 milioni di euro.

Oltra a Wallife, le altre quattro fintech selezionate sono Osense, Leasy, Unipiazza e Viceversa. Fondata nel 2021 dall’imprenditore e fondatore di Octo Telematics Fabio Sbianchi, Wallife studia e sviluppa soluzioni assicurative che integrano una componente tecnologica di prevenzione, con l’obiettivo di proteggere gli individui dai rischi derivanti dalle nuove tecnologie e innovazioni. Opera in 3 ambiti particolari: Biometrics, Genetics, Biohacking.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech