bright health, insurtech

Ecco l’Ipo di Bright Health.

Detto, fatto. L’insurtech Bright Health ha depositato alla Sec i documenti della sua Ipo. Sul mercato verranno messe 60 milioni di azioni ordinarie con una forchetta di prezzo che va dai 20 a 23 dollari per azione. Come parte dell’offerta, l’insurtech intende concedere ai sottoscrittori un’opzione di 30 giorni per acquistare fino a ulteriori 7.200.000 azioni ordinarie al prezzo dell’offerta pubblica iniziale, meno sconti e commissioni di sottoscrizione. Bright Health intende quotare le sue azioni ordinarie alla Borsa di New York con il simbolo “BHG”.

Come verranno utilizzati i fondi raccolti con l’Ipo

Bright Health intende utilizzare i proventi dell’offerta per rimborsare tutti i prestiti in essere e il restante per il capitale circolante e altre iniziative a livello aziendale, tra cui investimenti per la crescita della propria attività. JP Morgan, Goldman Sachs & Co. LLC, Morgan Stanley e Barclays agiscono in qualità di joint book-running manager principali. BofA Securities, Citigroup e Piper Sandler agiscono come bookrunner aggiuntivi. Nomura e RBC Capital Markets agiscono come co-gestori per l’offerta proposta.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Insurzine

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech
Dati Insurtech
I Podcast di Insurzine