startup insurtech, clearcover

L’insurtech Clearcover ha lanciato uno strumento di intelligenza artificiale generativa per accelerare l’elaborazione dei sinistri e migliorare l’esperienza del cliente. La soluzione basata sull’intelligenza artificiale utilizza modelli linguistici di grandi dimensioni (LLM) per guidare un’esperienza di conversazione immediatamente successiva alla prima segnalazione di un danno da parte di un assicurato (FNOL). Lo strumento di acquisizione dei sinistri raccoglie le informazioni necessarie sull’incidente, che in genere vengono raccolte nelle chiamate di follow-up del perito, per elaborare e pagare un sinistro.

“Le nostre fondamenta sono state costruite con la migliore tecnologia della categoria per i clienti nativi digitali – ha affermato Kyle Nakatsuji, Ceo e cofondatore di Clearcover – Sono incredibilmente orgoglioso dei nostri dipartimenti Prodotto, Sinistri e cx per aver accettato questa sfida del settore e alzato il livello delle soluzioni assicurative basate sull’intelligenza artificiale”.

“Sfruttando la potenza dell’intelligenza artificiale generativa – ha aggiunto Adam Fischer, chief product and innovation officer della società – Stiamo introducendo un modo trasformativo per consentire ai nostri clienti di condividere informazioni ed essere self-service durante i loro percorsi assicurativi”.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech