Eiopa ESG

L’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali (Eiopa) ha avviato una consultazione pubblica sulle dichiarazioni di sostenibilità e sul greenwashing. I principi contenuti nel testo, si legge in una nota, “mirano ad aprire la strada a una supervisione più efficace e armonizzata delle dichiarazioni di sostenibilità in tutta Europa, limitando così il rischio di greenwashing nei settori delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali”.

“Con la crescente consapevolezza sui temi relativi alla sostenibilità – scrive Eiopa – gli assicurati europei sono sempre più interessati ad allocare il proprio denaro in modo sostenibile. In risposta a questa crescente domanda, i fornitori di assicurazioni e pensioni hanno ampliato le loro offerte sostenibili e stanno adattando i loro modelli di business. Tuttavia, questi sviluppi hanno comportato un corrispondente aumento dei potenziali casi di dichiarazioni di sostenibilità ingannevoli o, in altre parole, di greenwashing”. Per questa ragione, l’Authority ha deciso di avviare una consultazione che scadrà il prossimo 12 marzo 2024.

Questa bozza di parere, sottoposta a consultazione pubblica, stabilisce quattro principi che dovrebbero essere osservati quando i fornitori fanno dichiarazioni di sostenibilità. Per rendere più concreti i principi proposti e per dimostrare come il greenwashing possa verificarsi nella pratica, l’Eiopa ha raccolto esempi di buone e cattive pratiche per ciascun principio.

  • Principio 1: le dichiarazioni di sostenibilità fatte da un fornitore devono essere accurate, precise e coerenti con il profilo generale e il modello di business del fornitore o con il profilo dei suoi prodotti.
  • Principio 2: le indicazioni di sostenibilità devono essere aggiornate e qualsiasi modifica deve essere comunicata tempestivamente e con una chiara motivazione.
  • Principio 3: le dichiarazioni di sostenibilità devono essere motivate con argomentazioni e fatti chiari.
  • Principio 4: le dichiarazioni di sostenibilità e le relative motivazioni devono essere accessibili agli stakeholder interessati.

L’Eiopa ha infine proposto che “le autorità nazionali competenti controllino l’aderenza dei fornitori ai principi di cui sopra, valutino le loro dichiarazioni di sostenibilità, assicurino la conformità ai requisiti normativi pertinenti ed esaminino attentamente i termini relativi alla sostenibilità nei nomi dei prodotti”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech