Team Boxing Busto Arsizio 2024

Il Coni e la Federazione Pugilistica Italiana (Fpi) hanno presentato insieme ad Allianz, main sponsor dell’evento, il primo torneo mondiale di qualificazione olimpica di pugilato Road to Paris 2024. Un evento, assegnato dal Cio al Coni che ha designato quale comitato organizzatore la Fpi. La kermesse internazionale si svolgerà a Busto Arsizio (Varese), sotto la supervisione della Paris Boxing Unit (Cio), il sostegno del Ministro per lo Sport e i Giovani – Dipartimento per lo Sport, il patronato della Regione Lombardia e il patrocinio dal Comune di Busto Arsizio, di Federalberghi Varese e della Camera di Commercio. Il Torneo avrà luogo dal 3 al 10 marzo 2024 presso l’E-Work Arena di Busto Arsizio e assegnerà 49 pass olimpici (21 alle donne e 28 agli uomini) in 13 categorie di peso (7 maschili – 6 femminili), a fronte di circa 500 atleti partecipanti e provenienti da tutto il mondo.

Il gong iniziale del percorso di avvicinamento alla competizione sportiva, denominato “Boxing Experience Busto Arsizio 2024” e incentrato su iniziative socio-culturali, tra cui lo spin-off del progetto Fpi “Boxando s’Impara”, che coinvolgerà le scuole del territorio.

“L’acquisizione di questo Torneo Mondiale è stato frutto di un grande lavoro di squadra tra tutte le componenti in gioco, Federazione, Coni e Governo, aprendo un dialogo molto serrato con il Cio – ha dichiarato il Presidente del Coni Giovanni Malagò – Conosciamo benissimo le peculiarità che riguardano il mondo della boxe all’interno del programma a cinque cerchi e quindi il merito di quella che possiamo definire una ‘case history’ è tutto da riconoscere al Presidente della Federazione. Ringrazio il Team del Coni, qui rappresentato, tra cui Anna Riccardi della Preparazione Olimpica. In ultima battuta, mi sento di dire che la Boxe non verrà mai tolta dalle Olimpiadi, in quanto sport storico”.

Un grande onore, dunque, ma anche una grande responsabilità per il Pugilato Italiano, come ha sottolineato il Presidente della Fpi Flavio D’Ambrosi. “Questo Torneo darà una proiezione internazionale al movimento pugilistico italiano e ne avevamo bisogno – ha detto – Sta a testimoniare l’ottimo lavoro svolto dalla Fpi insieme al Coni, che segue ai risultati straordinari ottenuti in questo quadriennio: 117 podi nei Campionati Europei e Mondiali assoluti e di categoria. Il nostro obiettivo è quello di dare continuità e consolidare questi traguardi, portando più atleti possibili ai Giochi di Parigi. La boxe italiana è tornata ad essere una grande famiglia e ringrazio sentitamente tutte le istituzioni locali, il Dipartimento per lo Sport, il Coni, Allianz e ovviamente il Loc, il Consiglio Federale, il Team Fpi e gli Ambassador”.

“I miei ringraziamenti sono innanzitutto legati all’importanza dell’obiettivo che abbiamo raggiunto – ha aggiunto il Capo del Dipartimento per lo Sport Flavio Siniscalchi– Posso dire che il Ministro Abodi ha immediatamente colto la palla al balzo appoggiando con fermezza ed entusiasmo la Federazione, che ha gestito in maniera ottimale la situazione. Il Presidente Malagò ha correttamente detto che l’elemento vincente di questa operazione è stato il lavoro di squadra, dove noi Governo siamo stati solamente l’ultimo elemento. La speranza è che questo non sia l’unico evento che lo Sport Italiano possa organizzare, visto anche il grande impatto che viene generato sul nostro territorio”.

L’impegno di Allianz a sostegno dell’iniziativa

Allianz, per un anno, affiancherà la Fpi con un focus particolare sul settore giovanile, e sosterrà in particolare le azioni di Social Responsibility federali indirizzate a contrastare bullismo, cyberbullismo e devianze giovanili, e quelle a sostegno di inclusione e disabilità, in coerenza con le iniziative messe in campo dalla Fondazione Allianz UMANA MENTE.

“Siamo lieti di affiancare il nostro brand alla nobile arte dando avvio alla partnership con la Federazione Pugilistica Italiana – ha commentato Maurizio Devescovi, direttore generale di Allianz – Come sempre nelle nostre sponsorizzazioni, abbiamo considerato le iniziative promosse dalla Fpi ad ampio spettro, sia sportive che culturali e sociali, particolarmente orientate in favore dei giovani, per portare nelle società e nelle scuole l’etica del ring, ispirata a valori condivisi come lealtà, onestà, e fair-play, per contrastare ogni forma di bullismo, violenza di genere, emarginazione e discriminazione”.

In virtù dell’accordo, Allianz diviene gold sponsor della Fpi, con una serie di opportunità e benefit, quali la presenza del logo Allianz sui materiali ufficiali e promozionali online e offline della Federazione, la presenza top on field durante Campionati, Tornei, Dual Match, Convegni e Workshop, la personalizzazione sul ring dei materiali promozionali e la presenza sul campo gara e accesso alle Boxing Experience, con la possibilità di realizzare attività di coaching o team building all’interno dell’azienda o presso i Centri Federali con gli Ambassador e Docenti Fpi.

Il Team Fpi sarà coordinato dal direttore del comitato organizzatore locale (Busto Arsizio 2024), e presidente del comitato reginale Lombardia Massimo Bugada che, insieme al vicedirettore e consigliere federale Carlotta Rigatti Luchini ha illustrato il programma e la strategia che garantiranno gli standard qualitativi e organizzativi richiesti. Un plauso da parte dei partner istituzionali, rappresentati dal sottosegretario della Regione Lombardia con delega allo sport e giovani Lara Magoni, dal Sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli, dal presidente della camera di commercio Varese Mauro Vitiello, del presidente di Federalberghi Varese Frederick Venturi e dal presidente della Master Boxe di Busto Arsizio Livio Grandis.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech