cybersecurity, howden

Il broker HowdenYoroi, società che opera nel settore della cybersecurity e parte del gruppo Tinexta quotato all’Euronext Star Milan, hanno lanciato una soluzione denominata M&A Cyber Risk Management Solution realizzata con l’assistenza legale di Dla Piper. Il nuovo prodotto consente di valutare la vulnerabilità informatica di aziende oggetto di fusione/acquisizione da un punto di vista assicurativo, cyber-tecnico e legale. La partnership si inserisce in un mercato, quello assicurativo cyber, che conta circa 10 miliardi di dollari in premi raccolti, con una crescita stimata a 25 miliardi entro il 2025 e un tasso di crescita annuale del 30%.

La crescita degli attacchi informatici

Dall’inizio della pandemia, si è registrato un incremento esponenziale di attacchi informatici, in particolare ransomware, con un costo medio di 4,35 milioni di dollari per le aziende che li hanno subiti. In media sono necessari dai 9 ai 12 mesi per identificare e contenere le conseguenze dannose di questi attacchi. I criminali informatici possono essere in grado di accedere ai sistemi di un’azienda, esfiltrare i dati e lanciare un attacco ransomware a distanza di tempo o decidere di vendere i dati sul dark web; tutto questo in un’epoca nella quale il valore dei dati è in continuo aumento.

In questo scenario, anche società target di operazioni di m&a potrebbero essere bersagli inconsapevoli di un attacco informatico, che potrebbe manifestarsi solo dopo il closing dell’acquisizione. Come dimostrano alcuni casi recenti che hanno ricevuto una notevole copertura mediatica, le conseguenze dannose possono essere significative. “L’unione di tre leader di mercato nei settori assicurativo, cyber e legale ci ha consentito di ottenere una soluzione di assessment e riduzione del rischio che attualmente non ha eguali nella cornice internazionale dell’m&a – ha dichiarato Federico Casini, Ceo di Howden – Tramite un prodotto ‘chiavi in mano’ che ha tempi di implementazione rapidi e perfettamente in linea con le stringenti tempistiche dell’m&a”.

“Nella mappatura dei rischi in un’operazione di m&a non è più possibile ignorare il rischio cyber – ha commentato Marco Castaldo, consigliere delegato di Yoroi – un attacco può danneggiare gravemente il valore patrimoniale dell’azienda target e compromettere gravemente il successo o l’equilibrio dell’operazione in atto. Per questo Yoroi è entusiasta di avere progettato con due partner del prestigio di Howden e Dla Piper una soluzione che consentirà agli operatori di m&a la gestione ottimale di questi rischi.

“È un piacere supportare Howden e Yoroi in questa affascinante iniziativa – ha aggiunto Giulio Coraggio, partner di Dla Piper e responsabile del dipartimento Intellectual Property and Technology in Italia e della practice di Data Protection & Cybersecurity – La crescita del numero di cyber attacchi e l’aumento della normativa in materia di cybersecurity rende una soluzione di gestione di questi rischi un tassello fondamentale nell’ambito di un’operazione societaria. L’esperienza maturata negli anni in relazione alla gestione di cyber attacchi di grandi dimensioni, ivi compresi attacchi ransomware, ci consente di identificare prontamente le aree di rischio e di raccomandare le azioni correttive volte a minimizzare l’esposizione al rischio a seguito di operazioni di m&a.”

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech