Cover Genius,insurtech

Intercettare i bisogni dei clienti, anticipare le loro aspettative e progettare soluzioni assicurative innovative sono solo alcune delle finalità che l’insurtech australiana Cover Genius è riuscita a raggiungere dalla sua fondazione ad oggi. Nata nel 2014 da un’idea imprenditoriale di Angus McDonald e Chris Bayley, la società è specializzata nella fornitura di assicurazioni integrate end-to-end ai clienti di alcune delle più grandi aziende digitali del mondo. Ad oggi l’insurtech ha uffici in Nord America, Regno Unito, Paesi Bassi, Germania, Giappone, Singapore, India, Corea, Indonesia, Malesia, Thailandia, Nuova Zelanda e Australia.

Le soluzioni di embedded insurance offerte da Cover Genius rispondono a una serie di necessità dei clienti digitali, tra cui avere prodotti più personalizzati, migliorare e semplificare il processo di acquisto. A raccontare la realtà insurtech ad InsurZine è Erjon Skora, head of insurance Emea di Cover Genius

Erjon Skora, cover genius
Erjon Skora, head of insurance emea di Cover Genius

Xcover, la piattaforma di Cover Genius

La missione dell’insurtech è quella di consentire alle più grandi aziende di e-commerce la possibilità di fornire polizze integrate ai loro clienti. Per riuscirci Cover Genius ha sviluppato xCover, una piattaforma di distribuzione integrabile che offre prodotti assicurativi e di garanzia personalizzabili.

“Ad oggi, abbiamo all’attivo moltissime collaborazioni con le più importanti realtà globali tra cui Amazon, eBay, Shopify e altri – spiega Skora – Le nostre coperture sono distribuite attraverso la piattaforma XCover, che può essere incorporata all’interno di qualsiasi soluzione tech e che, tramite un’unica chiamata api, è in grado di fornire qualsiasi tipologia di polizza agli utenti finali”.

Inoltre, tra i prodotti di punta della società c’è anche XClaim, un’Api che consente il pagamento in tempo reale degli indennizzi a seguito di un sinistro.

Cover Genius nel mondo e in Italia

La società opera a livello globale e offre polizze in tutti i cinquanta stati Usa e in altri 60 Paesi. “Forniamo una copertura end-to-end senza interruzioni per i nostri partner – dice Skora – La nostra proposta di assicurazione viene venduta in bundle con altri servizi. Nella nostra offerta vi sono, inoltre, polizze per gli animali domestici, auto, servizi di logistica, eventi, property, viaggio, gig economy e servizi di pagamento”.

L’insurtech di Sydney è operativa anche in Italia. La società, infatti, ha una collaborazione attiva con Generali da diversi anni. “Tra i nostri partner assicurativi vi sono importanti players del settore assicurativo – continua Skora – Tra questi vi è Generali, ma vi sono anche Munich Re e Swiss Re. Inoltre, collaboriamo con i Lloyd’s di Londra e con la Royal Sun Alliance“.

Cover Genius e l’innovazione

L’innovazione che Cover Genius ha portato al settore assicurativo riguarda la possibilità di assicurare qualsiasi tipologia di prodotto comprato online. Grazie alla loro flessibilità, infatti, i servizi dell’insurtech si adattano alle necessità di società attive in una lunga lista di settori. “La nostra offerta arriva dove le compagnie tradizionali non sono riuscite ad arrivare – afferma Skora – Lavoriamo con le più importanti aziende di e-commerce e queste società hanno la necessità di offrire delle polizze personalizzate agli utenti finali. Molte di queste operano anche in Italia e vediamo crescere sempre di più il mercato italiano sotto il profilo delle assicurazioni embedded”.

Il futuro dell’embedded insurance

Le necessità dei consumatori sono cambiate. Infatti, negli ultimi tre anni sono evoluti i bisogni di chi acquista prodotti online. Tra i nuovi needs degli utenti finali troviamo anche la possibilità di acquistare una polizza integrata al momento della conclusione dello shopping online. “L’anno scorso abbiamo fatto delle ricerche sia sul mercato italiano sia sugli altri mercati in cui operiamo e abbiamo visto che il comportamento dei consumatori è cambiato – racconta Skora – Nell’era post pandemia i clienti hanno bisogno di avere fiducia e l’assicurazione è la risposta. In particolare, abbiamo analizzato la clientela bancaria ed è emerso che oltre l’89% dei correntisti italiani è interessato ad acquistare una polizza embedded personalizzata sulla base delle proprie transazioni”.

I servizi digitali e i consumatori digitali sono sempre di più e questo porta a un continuo aumento delle richieste di protezione. “Sono fortemente convinto che il futuro dell’embedded insurance consisterà nell’offrire una proposta assicurativa sempre più personalizzata che possa contribuire a migliorare la vita delle persone – osserva Skora – Sono nel settore assicurativo da circa 16 anni e ho lavorato in diversi Stati europei compresa l’Italia. Quello che ho visto in tutti questi Paesi è che tutte le compagnie fanno fatica ad avvicinarsi ai clienti e a creare delle coperture personalizzate, ma la tecnologia è la chiave per superare questo problema. Cover Genius sta facendo la differenza”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Francesca Ghisi

Classe 1994, laureata in Giurisprudenza è esperta in Bancassurance e Diritto Comparato.