Convegno ISP Vita-Dynamo Academy

Il mondo del welfare, e in particolare le necessità di prendersi cura delle persone fragili, in crescita esponenziale, contiene opportunità di occupazione per i giovani. Questa è la sfida di Dynamo Academy che, in co-progettazione con l’agenzia formativa della Regione Toscana Mestieri Toscana, ha avviato un corso di formazione completamente gratuito – grazie al Gruppo Assicurativo Intesa Sanpaolo Vita – per 20 giovani tra i più bisognosi, 20 cosiddetti “NEET”, ovvero giovani che non hanno un lavoro né occupazione o formazione in corso.

Il corso in Tecnica dell’animazione socio educativa, partito il 19 aprile, prevede 300 ore di formazione teorica e 300 di pratica in realtà attive in ambito sociale, tra associazioni e cooperative in Toscana. L’obiettivo è che le competenze acquisite possano diventare per i giovani un’opportunità di occupazione qualificata, a beneficio di persone fragili. In aula ragazzi che hanno già conseguito un diploma di scuola superiore e alcune donne giovani non occupate.

Il 28 aprile si è svolto a Firenze un convegno organizzato da Dynamo Academy e Intesa Sanpaolo Vita e pensato come una riflessione e un confronto su temi urgenti della società. La disoccupazione giovanile e femminile, da un lato, e il bisogno crescente di assistenza qualificata e professionale, di figure formate nell’ambito del caring, per la cura di persone fragili, dall’altro. A moderare l’evento è stato il presidente di Vita Giuseppe Ambrosio che ha discusso di questi temi con Bernard Dika (Presidenza della giunta regionale della Toscana, consigliere del presidente per l’innovazione e le politiche giovanili), Lorella Carimali (scrittrice e professoressa di matematica, tra i 50 finalisti del Global Teachers Prize 2018), Jasmine Manbal (studentessa, ex camper Dynamo Camp e alfiere della Repubblica), Chiara Pastorino (responsabile personale e organizzazione di Intesa Sanpaolo Vita), Serena Porcari (Ceo di Dynamo Academy e Ceo Dynamo Camp) e Riccardo Atzei (advisor scientifico di Dynamo Academy).

“Sostenendo questo progetto – ha affermato Pastorino – Intesa Sanpaolo Vita desidera contribuire ad affrontare il problema di grave disagio sociale in cui versa la popolazione dei Neet e, al contempo, rispondere all’aumento di richiesta di servizi assistenziali, socio assistenziali ed educativi di qualità. Siamo consapevoli che la formazione dei giovani è una responsabilità fondamentale per creare crescita economica e sociale, e il nostro auspicio è che, dal talento e dalla passione dei 20 ragazzi che hanno intrapreso il percorso formativo per Tecnico dell’Animazione Socio educativa, possano nascere idee e intuizioni capaci di rivoluzionare il futuro e di dare un nuovo significato al termine caring, su cui vogliamo essere in prima linea nel portare valore.”

“Il tema della professionalità della cura è centrale per Dynamo Academy, che offre progetti di education per studenti, professionisti e imprese affinché possano essere attivi nelle proprie comunità per il Bene Comune – ha dichiarato Porcari – La visione portata questa mattina da persone che lavorano nella scuola e nelle istituzioni e di chi è attivo nella progettazione sociale, mostra che far emergere e canalizzare le energie dei giovani nella direzione della cura crea opportunità a beneficio dei soggetti coinvolti e della società.”

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech