cloudcover, cybersecurity insurance

CloudCover, società tecnologica che opera nel settore della sicurezza informatica, ha annunciato di aver ottenuto l’approvazione alla sua domanda di brevetto per la sua piattaforma di mitigazione del rischio decentralizzata denominata CC/B1. La nuova soluzione della società verrà lanciata a inizio 2022.

Il brevetto di CloudCover

La soluzione è stata sviluppata per proteggere i dati dei clienti in tempo reale. Più precisamente, CC/B1 utilizza degli algoritmi per scandagliare la rete internet allo scopo di identificare eventuali rischi informatici e costruire modelli attuariali, consentendo di impostare e reimpostare l’entità dei premi. La piattaforma non solo offre alle aziende la possibilità di trasferire il rischio della sicurezza della propria rete su richiesta, ma anche di sbloccare il valore dei dati sfruttando una funzione di trasferimento del rischio. Questa nuova invenzione consentirà di migliorare l’accuratezza della sottoscrizione e l’entità del premio dell’assicurazione per la sicurezza informatica. “L’assicurazione sulla sicurezza informatica come la conosciamo è insostenibile e il costo del crimine informatico è in aumento – ha affermato Stephen Cardot, Ceo e Founder di CloudCover – Per essere proattivi nella definizione di premi più accurati, abbiamo bisogno di dati storici sotto forma di tabelle attuariali, ma secondo il settore della sottoscrizione assicurativa, è improbabile che ciò accada perché il rischio è così imprevedibile. Con questa invenzione, CloudCover è in grado di identificare il rischio, controllarlo, valutarlo, licenziarlo e sottoscriverlo a livello granulare, rimuovendo le barriere convenzionali all’assicurazione dei dati in tempo reale”. 

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech