sostenibilità assicurazioni

Gli assicuratori sono sempre più preoccupati del fenomeno legato al greenwashing a causa dei requisiti Esg che diventano sempre più severi. A rivelarlo è uno studio globale condotto da Ortec Finance che ha intervistato i professionisti del mondo degli investimenti presso le compagnie di assicurazione sulla vita, assicuratori e riassicuratori dei Lloyds di Londra e gestori di fondi che supportano il mondo delle assicurazioni.

Nel dettaglio circa il 45% dei professionisti intervistati si è detto molto preoccupato per l’attuale livello di greenwashing, con un ulteriore 53% che esprime una certa preoccupazione.

L’indagine ha rivelato che, nonostante ci sia una forte domanda per fondi specializzati in clima e obbligazioni verdi, molti temono che la gamma di opportunità di investimento disponibili si restringerà nei prossimi due anni a causa di requisiti Esg sempre più rigidi. Circa l’80% degli intervistati prevede un aumento delle restrizioni sugli investimenti disponibili dovute ai requisiti Esg, con il 9% che prevede un aumento significativo.

Solo il 18% dei partecipanti ritiene che le strategie e i programmi Esg attuali nel settore siano molto efficaci, con un leggero aumento al 21% quando si valutano le strategie e i programmi delle proprie organizzazioni. La ricerca sottolinea quindi una necessità crescente di supporto per gli assicuratori nell’identificazione di opportunità di investimento che soddisfino sia le esigenze istituzionali sia i requisiti Esg, intensificando l’attenzione sul greenwashing.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech