giappone

Howden sbarca in Giappone lanciando Howden Re Japan e annunciando al contempo un investimento in Keystone, società giapponese di consulenza per la strutturazione Insurance-Linked Securities e per i mercati dei capitali

A guidare Howden Japan sarà Kentaro Tada, in passato presidente e ceo di Rakuten General Insurance Company, presidente di Guy Carpenter Japan e presidente e ceo di SBI SSI Holdings. Howden Re Japan fornirà servizi di intermediazione riassicurativa alle compagnie assicurative del settore vita e non vita, oltre a consulenza strategica sfruttando dati, analisi e competenze nei mercati dei capitali per il mercato giapponese.

“Questo è il primo passo di un percorso per stabilire la presenza a lungo termine di Howden in Giappone – ha affermato Kentaro Tada, ceo di Howden Japan – Come azienda, Howden si impegna a migliorare la resilienza ai disastri e la sostenibilità aziendale e il Giappone, in quanto paese che affronta rischi significativi da disastri naturali su larga scala come terremoti e tifoni, può trarre grandi vantaggi dalla competenza specialistica globale che portiamo. L’ambiente di rischio del Giappone sta diventando sempre più complesso da gestire, con attacchi informatici e tensioni geopolitiche che preoccupano anche le aziende nazionali e multinazionali con operazioni nel paese.”

L’operazione Keystone

L’investimento in Keystone risponde invece alla necessità di Howden di migliorare i propri servizi di riassicurazione in Giappone, in particolare nel mercato dei servizi di strutturazione ed emissione di strumenti finanziari collegati a rischi assicurativi (ILS). Negli ultimi anni, infatti, la domanda di servizi ILS è cresciuta in modo significativo nella regione alla luce dell’aumento dei disastri naturali e delle perdite economiche associate, nonché dell’esigenza strategica di diversificare le fonti di capitale e della continua ricerca di innovazione da parte del settore nelle soluzioni (ri)assicurative. La sottoassicurazione del rischio sismico costituisce la maggior parte del divario di protezione dalle catastrofi naturali del Giappone, che si classifica come il secondo più alto al mondo con 30 miliardi di dollari in termini di premi equivalenti .

“Le ingenti perdite economiche previste dai disastri naturali su larga scala in Giappone rappresentano un problema sociale critico per il paese – ha dichiarato Shinji Yamamoto, ceo di Keystone – Keystone si concentra sulla facilitazione della diversificazione internazionale di questi rischi tramite transazioni di titoli assicurativi”.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech