CEO Mavriq_Alessio Santarelli

Mavriq batte un altro colpo e continua nel suo percorso di espansione. Dopo aver acquisito la società olandese Pricewise, il marchio che raccoglie i brand di Moltiply Group (ex Gruppo MutuiOnline), ha annunciato di aver sottoscritto un accordo vincolante finalizzato all’acquisizione dell’80% delle quote della fintech Switcho dai fondatori Marco Tricarico, Redi Vyshka, Francesco Laffi e da investitori privati, tra cui Azimut.

Che cosa fa Switcho

Fondata nel 2019, Switcho è un’app di risparmio personalizzato che effettua un’analisi personalizzata della bolletta e si fa carico per conto del cliente della burocrazia legata al processo di cambio fornitore. Il servizio è stato già integrato da 9 tra le maggiori banche italiane ed implementato in 200 società fintech e agenzie immobiliari.

I dettagli dell’operazione

L’operazione, si legge in una nota, “è in linea con la missione di Mavriq di portare valore ai consumatori nella valutazione e nell’acquisto di una vasta gamma di prodotti e servizi, promuovendo al contempo trasparenza e innovazione nei mercati di riferimento”. I fondatori di Switcho manterranno il 20% delle quote (partecipazione soggetta ad opzioni put e call incrociate con Mavriq) e continueranno a gestire l’azienda nella sua nuova fase di crescita.

L’entreprise value pattuito per il 100% delle quote di Switcho è pari a 20 milioni di euro. In esecuzione dell’accordo, contestualmente alla sottoscrizione sono state già acquisite quote per il 72,1% del capitale di Switcho, mentre le quote residue per raggiungere una partecipazione di 80% verranno acquisite entro il 31 ottobre 2024. L’acquisto è finanziato mediante disponibilità liquide già disponibili. È inoltre previsto un earn-out fino a 4 milioni di euro sulla base dei risultati che Switcho realizzerà nel 2024. Nel 2023 Switcho ha riportato ricavi per 6 milioni di euro, con un Ebitda di 1,8 milioni, entrambi previsti in significativa crescita nel 2024. La società acquisita sarà rendicontata nel perimetro della comparazione telco ed energia di Mavriq a partire dal 30 giugno 2024.

“Le attività di Switcho sono formidabilmente complementari a quelle di Mavriq nel mercato dell’energia in Italia e siamo entusiasti che entri a far parte del perimetro del Gruppo – ha affermato Marco Pescarmona, presidente di Mavriq e Moltiply Group – Siamo certi che questa operazione ci permetterà di raggiungere nuovi traguardi in una logica sinergica, anche grazie alla comune visione di trasparenza e centralità dei consumatori.”

“Mavriq è un player tecnologico impegnato a portare innovazione e valore aggiunto nei suoi mercati di riferimento, sia per i consumatori sia per i partner – ha aggiunto Alessio Santarelli, ceo di Mavriq – Ammiriamo quanto è stato costruito fino ad ora dal team di Switcho e siamo convinti che le nostre competenze complementari ci permetteranno di accelerare ulteriormente la loro crescita, anche grazie all’eccellente collaborazione instaurata con Marco, Redi e Francesco.”

“Siamo entusiasti di entrare a far parte di Mavriq, uno dei leader europei nell’industria della comparazione – hanno commentato i fondatori di Switcho, Marco Tricarico, Redi Vyshka e Francesco Laffi – Questa operazione, oltre a garantire piena continuità al progetto di Switcho, costituirà un’ulteriore accelerazione della nostra crescita. Siamo convinti che Mavriq, grazie alla profonda conoscenza delle dinamiche di questo mercato, potrà contribuire a sviluppare l’unicità della nostra proposition e valorizzare tutte le persone all’interno della nostra organizzazione che sono state le fondamenta del percorso che ci ha portati qui.”

Nell’operazione, Mavriq è stata assistita da BE Partner in qualità di advisor finanziario, e da Pedersoli Gattai quale advisor legale. I venditori sono stati assistiti da BlueBull Partners in qualità di advisor finanziario, e da LEXIA quale advisor legale.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech