Inaugurazione sede REVO Monte Rosa91

Revo Insurance ha ottenuto da Standard Ethics, agenzia internazionale indipendente che valuta la sostenibilità delle imprese, la conferma del rating Ser a “EE” (strong). È stato inoltre rafforzato l’outlook positivo della compagnia, confermando il Long Term Expected rating a “EEE-“ (excellent) e riducendone l’orizzonte temporale a 3-5 anni.

“La conferma del rating di sostenibilità attribuito lo scorso anno testimonia la qualità del percorso Esg intrapreso da Revo e l’efficacia delle iniziative realizzate – ha commentato Antonia BoccadoroPresidente di Revo Insurance – Ancora più significativo è il mantenimento del rating atteso con un accorciamento dell’orizzonte temporale dell’outlook, indicativo della fiducia che Standard Ethics ripone nella capacità della nostra compagnia di conseguire ulteriori progressi nella strategia di sostenibilità e di rafforzare il posizionamento sui temi Esg. Tale dinamica è per noi motivo di soddisfazione e ci stimola a rinnovare l’impegno a perseguire i nostri obiettivi primari: la costante crescita di valore di Revo, un approccio alla sostenibilità integrato al core business e orientato al lungo termine, un impatto positivo verso tutti gli stakeholder e il conseguimento di un’identità Esg solida e riconoscibile”.

Revo, una compagnia impegnata sul fronte Esg

Il report dell’agenzia ha evidenziato l’impegno di Revo Insurance nel proseguire il percorso di allineamento alle indicazioni internazionali in materia di sostenibilità e la capacità di integrare gli impegni Esg nel proprio modello di business, nel sistema di risk management e in quello degli investimenti. Standard Ethics ha infatti ritenuto significativa l’adozione di alcune policy in linea con le migliori prassi internazionali – tra cui l’iter per l’ottenimento della certificazione sulla parità di genere – e l’organizzazione di iniziative di volontariato con il coinvolgimento delle proprie risorse. Anche l’impostazione di governance risulta adeguata a una società quotata sul segmento Star, di recente costituzione, e le prospettive appaiono positive e allineate alle richieste Onu, Ocse e UE nell’ambito della sostenibilità.

Dopo aver posto le basi per l’espansione in Spagna, la compagnia ora punta a presentare entro fine anno un Piano Esg, da integrare nel nuovo piano industriale, con l’obiettivo di favorire ulteriormente il dialogo con gli investitori che guardano con interesse crescente ai flussi di risparmio gestito Esg oriented; in questa direzione, il varo del Piano rappresenta un passo propedeutico all’ottenimento di un rating, di tipo maggiormente investor oriented, da parte di una primaria rating agency. Tra le attività più significative del 2023 si registra anche la prima misurazione, su base volontaria, della corporate carbon footprint. Grazie a tale analisi è stato possibile individuare alcune iniziative per ridurre l’impatto ambientale di Revo e impostare una strategia di abbattimento delle emissioni. Revo Insurance, che al 31 maggio 2024 conta 207 dipendenti, è stata inoltre positivamente giudicata in materia di diversità e inclusione anche grazie a numerose attività di formazione, valorizzazione e coinvolgimento delle proprie risorse.

Infine, Revo ha annunciato – attraverso una nota stampa – di aver mantenuto “una elevata attenzione all’adozione di una efficace politica Fit and Proper, una scelta importante per definire una composizione ottimale del cda, anche in relazione alla disponibilità di tempo e al cumulo massimo di incarichi”. Lo stesso organo amministrativo prevede, secondo un aggiornamento dello statuto della compagnia, la presenza di almeno un componente con comprovata esperienza sui temi della sostenibilità aziendale.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech