sostenibilità

Nel momento attuale, la sostenibilità è diventata un obiettivo cruciale per le imprese di tutto il mondo. L’attenzione verso pratiche aziendali responsabili e rispettose dell’ambiente è sempre più alta, spinta dalle crescenti preoccupazioni per il cambiamento climatico e dalla richiesta dei consumatori di prodotti e servizi sostenibili. In questo contesto, la valutazione dell’impatto ambientale e sociale di un’azienda lungo la sua catena di fornitura è diventata una priorità. È qui che entra in gioco “ValueX”, il nuovo e innovativo servizio proposto da Doyle realizzato in collaborazione con un gruppo di ricercatori.
Il tool ValueX, recentemente sviluppato per le principali filiere industriali, tra cui anche quella assicurativa, rappresenta un’innovazione significativa per l’applicazione di politiche e normative in materia di sostenibilità della catena di fornitura. Questo strumento si rivela utile per adempiere ai requisiti delle normative, come la tassonomia UE e la Direttiva UE sulla rendicontazione della sostenibilità aziendale, e per orientare le catene di valore verso modelli economici circolari.

“ValueX si distingue per la sua capacità di aggregare e sintetizzare informazioni quantitative, rendendole facilmente comunicabili ai vari stakeholder coinvolti nella catena del valore – afferma Filippo Furini, ceo di Doyle – Il progetto ha dimostrato di poter supportare efficacemente le aziende nei loro processi decisionali manageriali, aiutandole a identificare le pratiche più promettenti per una catena del valore circolare e per mitigare i rischi associati”.
I risultati ottenuti, spiega Furini, sono fondamentali per i manager, i quali sono incitati a considerare con attenzione l’importanza dei criteri di sostenibilità e degli standard multidimensionali.
Questi elementi sono essenziali per un processo di responsabilità che coinvolge tutti gli attori della filiera. Tuttavia, la gestione sostenibile è spesso ostacolata dalla mancanza di strumenti adeguati alla valutazione integrata delle varie dimensioni della sostenibilità lungo l’intera supply chain.
In questo contesto, “ValueX supera i limiti dei modelli esistenti, che si concentrano prevalentemente sulla singola azienda e tendono a trattare separatamente le diverse dimensioni della sostenibilità”.

Come funziona ValueX

L’adozione di ValueX permette un miglioramento significativo nei processi decisionali delle aziende coinvolte nella filiera. In particolare, migliora la gestione della fase di sourcing, rendendo le aziende più reattive alle interruzioni e alle modifiche, sempre più frequenti nelle catene di approvvigionamento.
Grazie all’utilizzo di ValueX nei sistemi di programmazione e controllo aziendale, è possibile identificare e dare priorità alle strategie per la transizione verso pratiche più sostenibili. Il tool consente la pianificazione e la programmazione delle attività aziendali, integrando l’effetto della filiera, e la misurazione degli scostamenti tra gli obiettivi attesi e i risultati ottenuti. Inoltre, grazie alla sua natura dinamica, ValueX facilita l’adozione di azioni correttive necessarie e la valutazione delle tecnologie, considerando tutti gli impatti a livello di filiera: Economici, Sociali, Ambientali e della Governance.

L’azienda che utilizza ValueX inserisce i dati dei propri fornitori nel tool che viene alimentato e aggiornato. L’output è un indice rappresentato da un punteggio che va da 0 a 100, il quale a sua volta mostra una ripartizione percentuale sui diversi impatti Ambientali, Sociali, della Governance ed Economici del fornitore. Grazie a questo l’azienda utilizzatrice di ValueX potrà selezionare i suoi fornitori anche sulla base dei criteri ESG per migliorare il proprio impatto di filiera, rispondendo alle esigenze normative della CSRD.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech