Pula, insurtech, africa

La startup assicurativa africana Pula ha chiuso con successo un round di finanziamento di serie B da 20 milioni di dollari. La raccolta di capitale è stata guidata da BlueOrchard attraverso l’iniziativa InsuResilience, e ha visto la partecipazione dell’International Finance Corporation, Bill & Melinda Gates Foundation, Hesabu Capital e altri investitori esistenti.

La storia di Pula

Fondata nel 2015 con l’obiettivo di favorire l’accesso all’assicurazione ai piccoli agricoltori dei paesi in via di sviluppo, l’insurtech offre micro coperture digitali per proteggersi contro i rischi di siccità, inondazioni, perdite dovute a parassiti, malattie e altri eventi meteorologici estremi. Ad oggi la società offre protezione a 15,4 milioni di persone nelle regioni in cui opera (Africa, Asia e America Latina).

“Siamo entusiasti di collaborare con dei partner così importanti – ha affermato Thomas Njeru, Ceo e co-fondatore di Pula – La loro vasta esperienza e le loro reti nel settore saranno preziose mentre lavoriamo verso il nostro obiettivo comune di creare sistemi alimentari più resilienti e sicuri dal punto di vista climatico”.

Dopo il successo dei suoi prodotti assicurativi sul raccolto, Pula prevede di introdurre coperture per il bestiame in Kenya dopo un programma pilota in Nigeria.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Francesca Ghisi

Classe 1994, laureata in Giurisprudenza è esperta in Bancassurance e Diritto Comparato.