Foto di gruppo Faumcup

Si è aperta il 5 maggio a Bari la prima edizione dei Campionati Italiani “Fisdir-Fci Faumcup”, la competizione italiana di ciclismo, riservata a ragazze e ragazzi con disabilità intellettivo-relazionali, che, per la prima volta nella storia, assegna un titolo agonistico agli atleti partecipanti. Nel dettaglio, Faumcup nasce dalla collaborazione tra la Fondazione Allianz Umana Mente e la Federazione Ciclistica Italiana – Fci, e la Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali – Fisdir, con l’obiettivo di consentire anche agli atleti con disabilità appartenenti alle categorie II1 (atleti con disabilità intellettiva riconosciuta), II2 (atleti con Sindrome di Down), IIQ (tutte gli altri atleti con disabilità intellettiva non rientranti nella classifica stabilita da Virtus – World Intellectual Impairment Sport), di svolgere attività ciclistica in modo agonistico.

Finora, gli atleti con tali disabilità potevano svolgere solo attività di tipo promozionale (prove di abilità) o dimostrativo (apripista in eventi agonistici). Finalmente, quindi, anche il ciclismo rientra tra le discipline sportive nelle quali tali atleti hanno anche una prospettiva agonistica. Con questa operazione, Fci ha voluto creare forme di attività che consentano a tutti, nessuno escluso, di entrare a far parte del mondo delle due ruote. A seguito di un nuovo protocollo d’intesa tra Fci e Fisdir firmato nel 2021, la Fci ha elaborato un Regolamento tecnico che consente agli atleti con disabilità intellettiva e relazionale, dai 16 anni in poi, di poter praticare il ciclismo agonistico, colmando un vuoto per un’importante fetta della popolazione sportiva. I Campionati Italiani Fisdir-Fci Faumcup sono stati inaugurati il 5 maggio su un circuito allestito sul Lungomare Nazario Sauro di Bari, anche grazie alla collaborazione della locale Scuola di Ciclismo Franco Ballerini: un gruppo di 23 atlete e atleti provenienti da tutta Italia si è sfidato nella prova a cronometro lungo un percorso di circa 2 km.

“Sono particolarmente lieto di annunciare questa nuova iniziativa supportata dalla nostra Fondazione – ha commentato Maurizio Devescovi, Direttore Generale di Allianz e Presidente della Fondazione Allianz Umana Mente – Con i Campionati Faumcup vogliamo proseguire il nostro impegno a favore dell’inclusione sociale e garantire anche alle persone con disabilità intellettiva di praticare il ciclismo a livello agonistico”.

“È con legittimo orgoglio che saluto la celebrazione del primo evento agonistico per atleti con disabilità intellettiva e relazionale della Federazione Ciclistica Italiana – ha aggiunto Cordiano Dagnoni, Presidente della Fci – Con la manifestazione del 5 maggio a Bari si colma finalmente un vuoto, prevedendo un’attività agonistica per una importante fetta della popolazione sportiva che chiede pari dignità e pari opportunità. Il ciclismo, ancora una volta, si propone come sport inclusivo e aperto a tutti”.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech