Farina, Ania

“Oggi, più che mai, sentiamo il bisogno di una riflessione approfondita sulle potenzialità dell’IA nel settore assicurativo”. A dirlo è stata la presidente Maria Bianca Farina nel suo discorso di apertura della quarta edizione dell’Innovation by Ania organizzato dall’associazione delle compagnie assicurative.

La presidente ha evidenziato come l’IA, nonostante non sia una novità assoluta, abbia acquisito una centralità senza precedenti nell’ultimo anno e mezzo, grazie al progresso delle tecnologie generative. “L’IA sta ridisegnando il panorama produttivo globale, riducendo drasticamente i costi e i tempi di sviluppo di nuovi prodotti, permettendo una personalizzazione dell’offerta prima impensabile”, ha spiegato Farina.

Nonostante le prospettive luminose, Farina ha espresso preoccupazione per la posizione dell’Italia in questo contesto globale. “Se non ci impegniamo attivamente, rischiamo di restare a guardare mentre altri Paesi colgono i benefici di questa rivoluzione tecnologica”, ha sottolineato, riferendo che la maggior parte degli investimenti nell’IA sono concentrati negli Stati Uniti e in Cina.

Durante il suo discorso, Farina ha anche toccato temi di rilevanza globale come i cambiamenti climatici e la sicurezza cibernetica. “Gli eventi climatici estremi e i cyber attacchi sono all’ordine del giorno, e l’IA può giocare un ruolo fondamentale nel gestire questi rischi con maggiore efficacia”, ha affermato, sottolineando come l’innovazione possa supportare una risposta più rapida e precisa alle emergenze.

In particolare, la presidente di Ania ha discusso di come l’IA stia trasformando il servizio clienti nel settore assicurativo. Con l’adozione di chatbot e algoritmi avanzati, le compagnie possono offrire assistenza personalizzata e immediata, liberando risorse umane per compiti di maggiore valore aggiunto. “L’IA non sostituisce il nostro personale; la libera dai compiti più meccanici per concentrarsi su quelli che richiedono un tocco umano”, ha dichiarato Farina.

Farina ha enfatizzato l’importanza di un approccio collaborativo e inclusivo, promuovendo partnership pubblico-private per lo sviluppo di applicazioni innovative. “Dobbiamo collaborare non solo a livello nazionale ma anche internazionale, per garantire che le nostre politiche e le nostre innovazioni siano all’altezza delle sfide presenti e future”, ha spiegato.

L’intervento si è concluso con un appello alla responsabilità collettiva nel promuovere e integrare l’IA nel tessuto produttivo italiano. “Dobbiamo essere pronti a investire in infrastrutture, formazione e sviluppo tecnologico per non rimanere indietro. L’IA è una risorsa che può portare benefici significativi a tutti i livelli della società, ma richiede un impegno congiunto e una visione strategica”, ha concluso Farina, riaffermando il ruolo dell’innovazione come priorità per l’Ania e per il settore assicurativo nel suo complesso.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech