Parametrix, insurtech

Parametrix, insurtech Mga israeliana che offre un’assicurazione parametrica contro le interruzioni del cloud, dei CDN o delle piattaforme di e-commerce, ha recentemente ampliato le sue capacità di monitoraggio per includere i servizi di intelligenza artificiale come ChatGpt. Questa espansione consente all’insurtech di monitorare in tempo reale la disponibilità di questi servizi IA, che è fondamentale per le aziende che dipendono sempre più da tali tecnologie per le loro operazioni quotidiane. L’aggiunta di queste capacità di monitoraggio, spiega una nota, si integra con i servizi esistenti di Parametrix nel monitoraggio del cloud, fornendo una copertura assicurativa più olistica contro le interruzioni del business causate da malfunzionamenti nei servizi digitali​.

Questo miglioramento mira a fornire agli assicuratori e ai broker “gli strumenti necessari per gestire e mitigare i rischi associati alle interruzioni dei servizi AI, facilitando lo sviluppo di modelli di rischio più accurati e dinamici. Ciò porta alla creazione di prodotti assicurativi più resilienti e reattivi, adattati alle esigenze del paesaggio tecnologico in evoluzione e ai nuovi tipi di rischi digitali che emergono con l’adozione dell’IA nelle infrastrutture aziendali”.

Nel solo 2023, ad esempio, Parametrix ha rilevato e monitorato più di 50 casi di interruzione del cloud che hanno interessato ChatGpt. La loro durata media è di 2,5 ore e questo – secondo Parametrix – “evidenzia la necessità di soluzioni complete di monitoraggio e trasferimento del rischio, poiché il fallimento dei servizi di intelligenza artificiale di terze parti spesso causa perdite aziendali tangibili”.

“Abbiamo sviluppato questo potente strumento in risposta alle richieste del settore assicurativo per aiutarlo a far fronte alle preoccupazioni emergenti sui rischi digitali dei clienti – ha affermato Jonathan Hatzor, Ceo di Parametrix – Entrando nel campo del monitoraggio dei servizi di intelligenza artificiale, consentiamo di colmare un altro divario critico nella copertura dei rischi aziendali derivante dall’era della tecnologia. Le aziende di più settori fanno sempre più affidamento su piattaforme IA di terze parti per alimentare servizi come i chatbot o per automatizzare processi, attività e flussi di lavoro. La produttività può interrompersi quando la distribuzione dell’intelligenza artificiale fallisce e può essere enormemente costosa quando l’interruzione viene prolungata. Questa nuova funzionalità di monitoraggio consente agli assicuratori o agli intermediari di creare, ad esempio, un prodotto parametrico di interruzione dell’attività senza danni per coprire il rischio di interruzione dell’intelligenza artificiale”.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech