UNDP

Torna a crescere l’indice globale di sviluppo umano ma in modo parziale, incompleto e disomogeneo. Si tratta di un valore che riflette il reddito nazionale lordo pro capite, l’istruzione e l’aspettativa di vita di ogni paese. Questa disparità di sviluppo lascia indietro i più poveri, aumentando le disuguaglianze e la polarizzazione politica. Risultato: lo stallo nei confronti di sfide globali come il cambiamento climatico, i conflitti e l’uso improprio delle tecnologie digitali.

È quanto emerge dall’edizione 2023/2024 dello Human Development Report “Breaking the Gridlock: – Reimagining Cooperation in a Polarized World’’.

Le disuguaglianze globali sono aggravate da una sostanziale concentrazione economica. Secondo lo studio, quasi il 40% del commercio globale di beni è concentrato in tre o meno paesi; e nel 2021 la capitalizzazione di mercato di ciascuna delle tre più grandi aziende tecnologiche del mondo ha superato il prodotto interno lordo dello stesso anno di oltre il 90% dei paesi.
Anche la polarizzazione politica è una preoccupazione crescente. Insieme all’aumentare del senso di impotenza, ciò sta alimentando approcci politici ripiegati su se stessi, in netto contrasto con la cooperazione globale necessaria per affrontare questioni urgenti come la decarbonizzazione delle economie, la pace e la sicurezza.

In questo contesto, il settore assicurativo può agire come forza stabilizzante di fronte all’incertezza e contribuire a ridurre il divario di protezione per le comunità vulnerabili, concentrandosi sull’innovazione e sulla modernizzazione dei servizi, in modo che le persone possano affrontare in modo più efficace l’attuale contesto di instabilità.

L’evento si inserisce nella partnership pluriennale tra Generali e l’Insurance and Risk Finance Facility di UNDP, volta a ridurre il divario di protezione attraverso l’accesso a innovative soluzioni assicurative e di finanziamento del rischio.

 “Il Rapporto sullo sviluppo umano 2023/2024 di UNDP è da accogliere con particolare favore, poiché giunge in un momento in cui le disuguaglianze e i conflitti sono in aumento. Le sfide globali richiedono un approccio multilaterale per un impegno più efficace e coordinato al fine di affrontare correttamente le disparità e la piaga della povertà. L’Italia sta lavorando con i suoi partner per realizzare il potenziale umano nelle aree in cui tale sforzo è più necessario, con particolare attenzione all’Africa attraverso il Piano Mattei”, ha dichiarato Roberto Colaminè, Vice Direttore Generale per la Cooperazione e lo Sviluppo presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

A riaffermare il concetto, Lucia Silva, Chief Sustainability Officer del Gruppo Generali: “L’insicurezza globale richiede un approccio collettivo e una prospettiva a lungo termine. Le sfide legate ai cambiamenti climatici, alla polarizzazione politica e al progresso tecnologico sono interconnesse e necessitano di risposte coordinate. Come leader nel settore assicurativo e dell’asset management che ha pienamente integrato la sostenibilità in tutte le scelte strategiche, Generali può contribuire in diversi modi, ma solo attraverso la cooperazione possiamo affrontare l’insicurezza e costruire un futuro più sicuro e sostenibile”.

“Sono più che mai necessari una cooperazione e un impegno più forti per dare priorità all’azione sulle sfide globali condivise, dal cambiamento climatico alla costruzione della pace, per porre fine alla povertà e alle disuguaglianze”, chiosa Marcos Neto, Segretario Generale Aggiunto e Direttore dell’Ufficio per il sostegno alle politiche e ai programmi di UNDP. “Insieme a Generali, UNDP si sta impegnando per favorire l’accesso a soluzioni assicurative e di finanziamento del rischio, che possono contribuire a ridurre il senso di insicurezza e a migliorare il benessere delle comunità e delle persone vulnerabili”.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech