tribunale

L’Associazione Nazionale Dirigenti Imprese Assicuratrici (Andia) ha comunicato la decisione della Corte di Appello di Roma di rinviare al prossimo 29 maggio 2025 la sentenza su chi delle sigle sindacali debba partecipare alla trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro di categoria. La scelta della Corte arriva dopo aver letto le note depositate dalle parti in vista dell’udienza dello scorso 25 gennaio.

Con l’udienza di precisazione delle conclusioni fissata al maggio 2025 – scrive l’associazione in una nota – è “assai improbabile che la Corte giunga a sentenza prima della seconda metà dell’anno prossimo. A prescindere dalla causale del rinvio, sarebbero tre anni e mezzo di vacanza contrattuale per i dirigenti del settore assicurativo”. Nel caso in cui Ania e Fidia decidessero di non attendere la pronuncia della Corte, procedendo in autonomia a un rinnovo del Ccnl 2018 di categoria, l’associazione ritiene che il nuovo accordo – al pari dell’ultimo – sarebbe “un contratto privo di valore politico e sindacale, risultando ancora una volta concluso in assenza dell’associazione sindacale maggiormente rappresentativa dei dirigenti di settore in servizio”.

“Andia – continua la nota – resta a disposizione dei propri iscritti e degli altri dirigenti, in servizio e in quiescenza, al fine di concordare strategie sindacali e legali di dissenso per contrastare le diminutio che un eventuale rinnovo contrattuale quasi certamente porterà con sé”. L’associazione, infine, ha rinnovato ad Ania e a Fidia la propria disponibilità ad avviare un serio tavolo di confronto.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech