one degree

Il mercato insurtech dell’Asia Pacifico (Apac) sta vivendo una vera e propria età dell’oro. Il suo valore nel 2023 dovrebbe attestarsi intorno ai 14,37 miliardi di dollari, in crescita rispetto ai 10,53 miliardi raggiunti l’anno precedente. A determinare questo aumento vi sono vari fattori: dalla rapida urbanizzazione alla crescita del reddito disponibile della popolazione fino ad arrivare alla maggiore diffusione di smartphone e accesso ad Internet. Inoltre i bassi tassi di penetrazione assicurativa dell’area Apac offrono un enorme potenziale inesplorato per la crescita di nuove offerte di protezione, per lo più digitali. È in questo florido contesto che nasce nel 2016 ad Hong Kong una delle realtà più promettenti del mercato insurtech asiatico: OneDegree Group.
Il Gruppo, fondato da Alex Leung e Alvin Kwock, gestisce diverse attività in Asia e nel mondo. Quella core è OneDegree Hong Kong, assicuratore online d2c autorizzato dalla Hong Kong Insurance Authority nel 2022. Nella sua offerta sono comprese coperture mediche, animali domestici, incendio e casa. Il secondo business sviluppato dal gruppo è OneDegree Global, società tecnologica con sede a Singapore. È in questa sede che è stata ideata la piattaforma tecnologica IXT. Questo sistema offre diverse funzioni che consentono agli operatori del mercato di automatizzare e personalizzare i principali processi dell’attività assicurativa come la quotazione, la sottoscrizione e l’emissione delle polizze. La piattaforma si integra e lavora in parallelo con i sistemi esistenti delle compagnie di assicurazioni, consentendo una rapida configurazione di nuovi prodotti e riducendo i costi operativi attraverso l’automazione​​. Oltre a IXT, nel paniere di Onedegree Global sono presenti anche le soluzioni di sicurezza informatica Cymetrics. Anche quest’ultime, insieme a IXT, vengono offerte ad assicuratori ed intermediari a livello globale.

Le soluzioni assicurative per gli asset digitali di OneInfinity

L’ultima attività lanciata dal gruppo si chiama OneInfinity, attiva nello spazio degli asset digitali. La piattaforma fornisce soluzioni assicurative pionieristiche per il furto del portafoglio Web3, gli attacchi alla sicurezza informatica, la frode, la criminalità di terze parti e la responsabilità aziendale. “I prodotti assicurativi per gli asset digitali di OneInfinity sono progettati per consentire ai nostri clienti di ridurre significativamente i rischi associati all’archiviazione e alle transazioni degli asset digitali, che riteniamo essenziali per la sostenibilità a lungo termine di questo ecosistema” spiega ad Insurzine il co-fondatore di OneDegree Group, Alvin Kwock.
A consentire una valutazione del rischio accurata ed efficiente degli asset digitali contribuisce la collaborazione tra Cymetrics e il team di OneInfinity, per lo più composto da nativi web3, esperti assicurativi e professionisti della sicurezza informatica. “Questa configurazione – chiosa Kwock – ci consente di identificare e comprendere i rischi unici associati a questo settore”.
OneInfinity ha debuttato inizialmente ad Hong Kong grazie ad una partnership con Munich Re. La collaborazione prevede la fornitura di capacità di riassicurazione e supporto per la sottoscrizione tecnica di OneDegree e lo sviluppo di capacità di modellazione basate sul database di sinistri CeFi e DeFi di OneDegree per supportare la futura innovazione dei prodotti.
A fine 2023, l’offerta di OneInfinity si è estesa anche nel Medio Oriente grazie all’accordo siglato da OneDegree con Dubai Insurance Company. L’obiettivo ora è espandersi ulteriormente. Anche in Europa, come racconta Kwock: “Stiamo già servendo clienti europei nel mercato asiatico e del Medio Oriente, visto che il business delle risorse digitali funziona a livello globale”. La possibilità di entrare nel mercato del vecchio continente sarebbe favorita dal regolamento MiCA (Markets in Crypto-assets Regulation), adottato dall’Unione Europea. La normativa mira infatti a regolamentare il mercato delle cripto-attività. “Il MiCA è una regolamentazione favorevole agli assicuratori di asset digitali come noi – afferma Kwock – E visto che la responsabilità degli asset è attribuita al fornitore di servizi vediamo alcuni player essere alla ricerca di una copertura assicurativa”.

Numeri e prospettive future

OneDegree, come tutte le realtà insurtech, è un cantiere aperto e in continua trasformazione. “Stiamo esplorando nuove opportunità per soddisfare le esigenze della nostra società. Ad esempio, stiamo esaminando i prodotti assicurativi per gli slashers (freelance), che incontrano difficoltà nell’acquisire prodotti assicurativi tradizionali. Stiamo anche valutando un’assicurazione di viaggio e un’assicurazione medica” rivela Kwock. Un impulso alla crescita del gruppo è dato anche dai 55 milioni di dollari raccolti lo scorso giugno in un round di serie B. Bocche cucite invece sui numeri raggiunti ad oggi da OneDegree. Su questo aspetto però il co-fondatore ci tiene a precisare che la società è leader nell’assicurazione degli animali domestici a Hong Kong ed ha concluso diverse partnership con fornitori di servizi di asset digitali.
Sul futuro del settore assicurativo, Kwock guarda con molta attenzione ai rischi connessi alle nuove tecnologie. “Sarà strettamente legato all’evoluzione dei rischi nel mondo reale, dove la tecnologia si muove più velocemente che mai e assume un ruolo sempre più importante. Due esempi. Innanzitutto, l’intelligenza artificiale porterà a nuovi tipi di rischi informatici che richiedono sia competenze per la prevenzione, la riduzione e il monitoraggio del rischio, sia nuovi prodotti assicurativi per effettuare il trasferimento e la mitigazione del rischio. In secondo luogo, la proliferazione degli asset digitali verso la tokenizzazione degli asset del mondo reale e le licenze sulle stablecoin porteranno alla crescita della classe di asset a un altro ordine di grandezza. Affinché gli asset digitali diventino mainstream, servirà però un’assicurazione che consenta agli operatori di innovare in tutta tranquillità”.

Iscriviti alla newsletter di InsurZine per restare aggiornato su tutte le ultime news e eventi Insurtech

Andrea Turco

È il Direttore Responsabile di Insurzine.