assicurazione auto, ridesharing

Una polizza assicurativa auto basata sull’utilizzo progettata specificamente per i conducenti di ridesharing e consegne. Si chiama Voom & Drive e a lanciarla è stata Voom Insurance, insurtech che fornisce prodotti assicurativi basati sui dati e sull’utilizzo per il futuro della mobilità. La società afferma che la soluzione da lei ideata può far risparmiare ai conducenti fino al 60% rispetto alle attuali polizze assicurative tradizionali. Voom & Drive si integra con i servizi di ridesharing a cui sono iscritti i conducenti, come Uber, Uber Eats, Lyft, DoorDash, Amazon Flex e altri. Per effettuare il preventivo di polizza, la soluzione raccoglie dati come informazioni sul veicolo e sull’autista, insieme ad altri dettagli relativi alla guida. Questi vengono processati dalla tecnologia di Voom basata sull’intelligenza artificiale. In questo modo la società ha un profilo di rischio del conducente con relativi costi assicurativi. La soluzione utilizza le letture del contachilometri e i dettagli del viaggio dalle piattaforme di ridesharing, determinando così i costi solo per il chilometraggio fuori piattaforma e garantendo così ai conducenti tariffe assicurative più giuste e accurate.

Secondo i dati raccolti da Voom, oggi la maggior parte dei conducenti dei servizi di ridesharing paga più del dovuto per la propria assicurazione auto personale. In media, il 62% delle miglia annuali percorse da conducenti statunitensi con veicoli personali sono destinate al tragitto casa-lavoro, uno scenario che non si applica ai conducenti di trasporti pubblici in quanto guidare è il loro lavoro. Di conseguenza, i conducenti dei servizi di ridesharing utilizzano prevalentemente i loro veicoli mentre lavorano, sia in viaggio verso o con un passeggero, attività generalmente coperte dalle piattaforme dei concerti. Questa situazione porta gli autisti dei servizi di ridesharing a pagare tariffe assicurative personali più elevate nonostante la loro effettiva esposizione al rischio sia coperta dalle piattaforme.

“La missione di Voom è fornire prodotti assicurativi equi per il futuro della mobilità. Avendo raggiunto questo obiettivo con successo nei segmenti dell’aviazione e delle motociclette, siamo orgogliosi ed entusiasti di presentare Voom & Drive, la nostra ultima aggiunta – ha affermato Tomer Kashi, ceo e co-fondatore di Voom – Sfruttando la nostra piattaforma tecnologica basata sull’intelligenza artificiale, Voom & Drive soddisfa direttamente le esigenze in evoluzione del settore dei gig riders. Garantisce che i conducenti dei servizi di ridesharing paghino i premi assicurativi in ​​base esattamente alle miglia che hanno percorso, niente di più. Questo cambiamento sottile ma integrale nell’approccio avrà un impatto significativo sui conducenti”.

Attualmente la soluzione è disponibile in Tennessee e Arizona ma la società prevede di espanderlo in altri stati americani nel prossimo futuro.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech