Intelligenza artificiale (2)

Banche, società di servizi finanziari e compagnie assicurative stanno cercando di adottare l’intelligenza artificiale per servire meglio i clienti e rendere le operazioni più efficienti, secondo due nuovi studi condotti dalla società di ricerca e consulenza tecnologica Information Services Group (Isg).

L’indagine sul comportamento degli acquirenti nel settore assicurativo ha rilevato che i leader globali del comparto si aspettano che l’intelligenza artificiale generativa abbia un impatto sia sul coinvolgimento dei clienti che dei dipendenti nei prossimi tre anni.

Il 41% degli intervistati ha affermato che l’intelligenza artificiale generativa avrà un impatto significativamente positivo sul processo di gestione dei sinistri e il 39% prevede che avrà un impatto simile sulla capacità degli assicuratori di personalizzare l’esperienza del cliente. Inoltre, il 33% degli intervistati afferma che l’intelligenza artificiale generativa avrà un impatto positivo sia sull’erogazione del servizio clienti, sia sulla gestione delle polizze e sulla produttività dei dipendenti.

Gli intervistati hanno affermato che il passaggio al cloud consentirà di liberare tempo e budget per tecnologie di trasformazione più innovative. Il 77% degli assicuratori indica inoltre che l’attenzione alla fidelizzazione dei talenti piuttosto che all’acquisizione (inclusa la fidelizzazione dei talenti esperti) sarà una priorità importante. Il 72% ha infine affermato di trovare altrettato importante lo sviluppo interno dei talenti.

“Mentre l’intelligenza artificiale e l’automazione possono migliorare notevolmente l’efficienza e fornire esperienze su misura, l’elemento umano è insostituibile sia nel servizio clienti che nel processo decisionale. La chiave è trovare il giusto equilibrio tra capacità tecnologiche e autentica interazione umana”, ha affermato Dennis Winkler, responsabile della pratica ISG Insurance e co-conduttore dell’ISG TechXchange. “Gli assicuratori vedono una miscela di interazioni umane e digitali come l’approccio migliore, utilizzando l’intelligenza artificiale per compiti e query di routine ma indirizzando questioni complesse o delicate a persone che sono state adeguatamente formate e dotate delle competenze per utilizzare le nuove tecnologie”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech