Agribusiness, Aon

Aon ha acquisito il 100% di Gi&Bi Brokers, società con sede a Saluzzo (Cuneo) specializzata nel segmento agribusiness da quasi 30 anni. Questa operazione si inserisce nella strategia di crescita della società di brokeraggio internazionale sul mercato italiano.

La realtà di Gi&Bi Brokers e l’operazione di Aon

Gi&Bi Brokers, con un fatturato 2022 di oltre 6 milioni di euro, offre coperture assicurative specifiche per colture cerealicole, frutticole, risicole, ortaggi industriali, vivai, colture ornamentali e sperimentali e assicura tra gli altri, attraverso apposite convenzioni, impianti antigrandine, serre e bestiame. 

“L’agribusiness è uno dei settori di eccellenza per l’Italia e il mercato assicurativo in quest’ambito presenta ampi margini di crescita, considerando il fatto che solo il 30% delle aziende è ad oggi assicurato – ha commentato Marco Dubini Daccò, presidente esecutivo di Aon – Sappiamo bene che nell’era del cambiamento climatico, con il sempre più frequente avvicendarsi di eventi meteo estremi, è quantomai importante per le aziende afferenti questo settore poter contare su protezioni assicurative mirate per mitigare i rischi atmosferici, garantire la disponibilità di risorse alimentari e salvaguardare l’incolumità delle comunità, della fauna e della flora, oltre naturalmente alla continuità del business ed Aon continuerà lo sviluppo di soluzioni sempre più efficaci in questo settore”. 

“Siamo lieti di accogliere il team di Gi&Bi Brokers nel gruppo Aon Italia – ha aggiunto Andrea Parisi, amministratore delegato e direttore generale di Aon – Non vediamo l’ora di mettere a fattor comune le rispettive competenze, per offrire servizi sempre più mirati ai nostri Clienti. Questa acquisizione è, infatti, frutto della costante ricerca di realtà specializzate in settori per noi strategici, con l’obiettivo di ampliare il nostro know-how e poter offrire nuove soluzioni”.

“Il mondo agricolo – ha affermato Ezio Boretto, fondatore di Gi&Bi Brokers – e il suo indotto sono soggetti a molteplici fattori di rischio, quali i cambiamenti climatici estremi, le malattie e i parassiti delle colture e del bestiame, i rischi legati alla qualità dell’ambiente e dell’acqua, le fluttuazioni dei prezzi delle commodities agricole, per citare solo i più importanti. In tale difficile contesto, poter fare affidamento ai mercati Assicurativi e della Riassicurazione mondiale, con l’appoggio di professionisti che hanno già affrontato situazioni analoghe, anche in altre parti del mondo, rappresenta per noi e la nostra clientela l’opportunità di essere all’altezza di ogni situazione”. 

Nell’operazione di acquisizione Aon è stata assistita dallo Studio Legale Bonelli Erede, unitamente al team Legal In House di Aon guidato da Conny Mastroieni, e dalla società di revisione KPMG, mentre Gi&Bi Brokers è stato assistito dallo studio IPG Lex&Tax

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech