casa, assicurazione, milano, verti

Sono i milanesi il popolo più previdente sulla tutela della propria casa. Con il 13,1% sul totale degli assicurati, i residenti del capoluogo lombardo rappresentano la fetta più ampia di italiani tra tutti quelli che scelgono una polizza sull’abitazione. In questa speciale classifica sulle città che hanno più a cuore la protezione delle mura domestiche seguono Roma con il 7,1% e Bologna e Torino rispettivamente con l’1,4% e l’1,3%. La prima città non capoluogo di provincia presente in graduatoria è Sesto San Giovanni (MI), in decima posizione con lo 0,7%. La prima della zona Sud e Isole è Cagliari, undicesima con lo 0,6%. Il primato di Milano si accentua sulle metrature piccole (30-50 mq), in cui raccoglie il 17,6% contro il 6% di Roma, il 3,6% di Torino e l’1,8% di Bologna. Per quanto riguarda invece la particolare tipologia delle ville, Padova è prima in classifica con l’1,2% sul totale degli assicurati, seguita da Roma con l’1,0% e Milano con lo 0,7%. I dati emergono da VertiMovers, l’osservatorio di Verti Assicurazioni, che mensilmente analizza il comportamento e le abitudini assicurative degli italiani attraverso la raccolta e la rielaborazione dei dati proprietari e di fonti istituzionali. 

Dalle evidenze emerse dalla ricerca si denotano anche le priorità di chi assicura la propria casa con specifiche tutele. A livello nazionale la garanzia più scelta in assoluto è la Danni al fabbricato (84%), che comprende i danni al contenuto dell’abitazione derivanti tra l’altro da incendi, fulmini ed eventi atmosferici impattanti. Segue a poca distanza la responsabilità civile del proprietario (81%). La terza garanzia, scelta nel 71% dei casi, è la Assistenza casa, la quale prevede l’intervento di un professionista per la ricerca e la riparazione di danni o guasti, una sorta di soccorso stradale in casa.

Tornando alle abitudini locali, si osserva come la situazione cambi notevolmente se si prendono in considerazione le superfici molto grandi (oltre 160 mq). In questo caso, la quota di Milano – comunque primatista – scende al 4,9%, superiore solo di poco a quella di Roma (4,5%). Al terzo posto sale Padova (1,3%), mentre al quarto posto, a pari merito con Genova, figura Segrate, prima città non capoluogo, con lo 0,8%. 

“L’Italia è un paese fragile idrogeologicamente, avendo molte aree montane e diverse zone sismiche, che per giunta negli ultimi anni ha conosciuto con più frequenza rispetto al passato eventi climatici estremi – ha commentato Marco Buccigrossi, direct business director di Verti – Ciononostante, solo il 5,3% delle abitazioni esistenti in Italia è coperto contro gli eventi catastrofali. Un dato ancora molto basso, che però sta crescendo rapidamente se consideriamo che dalle 440mila polizze con estensione per questo tipo di danni siamo passati a 1,4 milioni nel 2021, secondo i più recenti dati Ania”.

Una ricerca realizzata da SWG ha evidenziato come solo il 34,5% delle case è protetto da un’assicurazione, e il dato include anche chi ha un mutuo e quindi è obbligato per legge a stipulare una polizza. Inoltre, esiste un grosso differenziale fra le varie zone geografiche del Paese. Il dato nazionale del 34,2% si scompone in questo modo: il 55,2% al Nord, il 30,4% al Centro e il 22,4% al Sud. 

“I dati del nostro Osservatorio – ha continuato Buccigrossi – ci parlano di una crescente sensibilità da parte degli italiani al tema della protezione della casa, seppur in un contesto ancora in fase di sviluppo. In un mondo in continua evoluzione, dove le dinamiche del lavoro e dello stile di vita si intrecciano sempre di più con la sfera domestica, le assicurazioni diventano il baluardo che ci protegge da imprevisti e incertezze. La possibilità di personalizzare le coperture assicurative in base alle esigenze specifiche di ciascuno rappresenta un passo avanti nell’adattamento alle mutevoli circostanze della vita moderna, talvolta condizionate da periodi di incertezza più o meno lunghi. Le assicurazioni disponibili in forma digitale consentono inoltre una gestione efficiente e immediata delle esigenze assicurative. Questo non solo semplifica il processo, ma si allinea anche alla natura dinamica e – ha chiosato – innovativa di un consumatore smart.” 

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech