Julian Teicke_CEO wefox

L’insurtech wefox ha raccolto 55 milioni di dollari da Deutsche Bank e UniCredit. L’indiscrezione, raccolta da Cnbc che cita due fonti anonime vicine al dossier, è stata poi confermata su LinkedIn dal ceo della società Julian Teicke. Secondo quanto riportato, il finanziamento è stato strutturato come un accordo di debito convertibile, ciò significa che non appena wefox raccoglierà liquidità il debito verrà convertito in azioni. In totale sono oltre 160 i milioni di dollari raccolti dall’insurtech in questo 2023: in primavera aveva infatti ottenuto 55 milioni da J.P. Morgan e Barclays sotto forma di linea di credito e altrettanti ne aveva raccolti in un secondo closing di Serie D. Segno che il mercato continua a dare fiducia alla realtà tedesca che oggi vale 4,5 miliardi di dollari.

“Portare la nostra azienda da un periodo di ipercrescita a uno di crescita redditizia in un breve lasso di tempo è una sfida complessa – ha scritto Teicke su LinkedIn – Ci ha costretto a fare scelte difficili e a fare un passo indietro rispetto a diversi progetti innovativi che mi stavano a cuore. Nonostante queste decisioni difficili, la dedizione per adattarsi alle realtà del mercato è stata fondamentale”.

Le decisioni di cui parla Teicke riguardano il cambio di strategia impresso recentemente dalla società che in Italia, ma anche in Germania, è uscita dalla vendita diretta di Rc Auto. L’insurtech ha affermato che si focalizzerà sul supporto agli intermediari e ai partner affinity, puntando sulle potenzialità tecnologiche della sua piattaforma.

I fondi appena raccolti verranno invece utilizzati per accelerare i piani di espansione globale e raddoppiare le operazioni di M&A.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech