Cybersecurity, cyber attack

Negli ultimi anni, la consapevolezza di imprese e individui nei confronti del rischio cyber è aumentata. Lo sostiene l’indagine di Ivass sulle polizze assicurative a copertura del rischio cyber offerte dalle compagnie a clientela retail (singoli e famiglie) e Pmi.

Secondo l’indagine, che ha analizzato 50 polizze assicurative in commercio al 30 luglio 2023, i rischi connessi a violazione, perdita e diffusione di dati sensibili, di natura personale e finanziaria, a furto di identità, a interruzione dell’attività imprenditoriale sono aumentati nel corso degli ultimi anni per effetto di svariati fattori, tra cui la diffusione di nuove tecnologie e il maggiore ricorso a transazioni sul web.

Dai dati raccolti è emerso che la diffusione di polizze cyber riguarda soprattutto le Pmi mentre le coperture dedicate a individui e famiglie sono meno sviluppate. Le prime sono abbastanza articolate e mirano a proteggere le aziende contro danni dovuti ad attacchi informatici, danni provocati a terzi per effetto dell’attacco subito, spese legali. Le seconde coprono per lo più i danni conseguenti a furto o clonazione di carte di credito/debito e prepagate, furto di identità digitale, acquisti fraudolenti online. Qualche polizza prevede l’offerta di consulenza psicologica a seguito di eventi traumatici quali cyberbullismo e cyberstalking.

“Alcuni contratti – ha illustrato Ivass – prevedono stringenti prerequisiti o condizioni per rendere il rischio assicurabile, che necessitano di essere ben compresi per valutare l’adeguatezza della copertura offerta”. Particolare attenzione, prosegue l’istituto, “richiede l’esame delle esclusioni, limitazioni e franchigie che, ove proposte, riducono ampiezza e applicabilità della copertura”.

In conclusione secondo l’Authotity, il mercato ha “ampi margini di sviluppo”, in particolare in presenza di “offerte ancor più flessibili, commisurate alle specifiche necessità di copertura di Pmi e individui e del loro differente grado di esposizione al rischio cyber.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech