ucraina

Nonostante la guerra sia ancora in corso, in Ucraina si sta già guardando al futuro. Un futuro che passa per la ricostruzione e la trasformazione di un’intera nazione. Una mano in questo senso potrà darla la piattaforma di dati presentata dal governo ucraino. Sviluppata insieme a Marsh McLennan, che ha supportarto su base pro-bono l’esecutivo nella progettazione e nella fase di test, la soluzione consente ad assicuratori, investitori e governi di analizzare i rischi di guerra nel paese.

Come funziona la piattaforma

La piattaforma dati riunisce, infatti, mappe dettagliate degli incidenti legati alla guerra in Ucraina (definiti come singoli eventi relativi alle ostilità russe come attacchi missilistici, droni o bombardamenti) dall’invasione russa nel febbraio 2022. Ciò include informazioni granulari sulla frequenza e sul tipo degli attacchi in base alla posizione nel tempo, con ulteriori informazioni sui tipi di risorse prese di mira e sui livelli di danno subiti. La piattaforma aggrega i dati ricevuti, tra le altre fonti, da polizia, forze armate, servizi di sicurezza, servizi di soccorso, servizi di trasporto e istituzioni governative.

I dati confermano i progressi nella protezione della popolazione ucraina

I dati raccolti hanno evidenziato che nel 2023 fino al 1° ottobre il 76% delle comunità non ha avuto incidenti legati alla guerra. La cifra equivalente dall’inizio dell’invasione, il 24 febbraio 2022, è del 66%, a dimostrazione dei progressi compiuti dall’Ucraina nell’ultimo anno. Nel 2023, un ulteriore 9% delle comunità erano comunità a basso numero di incidenti, avendo subito un solo incidente legato alla guerra. L’analisi mostra che le ostilità si sono concentrate su un gruppo mirato di comunità ucraine: il 9% delle comunità è stato oggetto di intensi bombardamenti; il 6% sono comunità lontane dalla linea del fronte che sono state prese di mira dagli attacchi russi. Mostra anche che 101 comunità un tempo occupate dai russi, sono state recuperate dall’Ucraina dall’inizio dell’invasione.

“Il 76% delle comunità in Ucraina non ha avuto incidenti legati alla guerra quest’anno – ha affermato Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale dell’Ucraina – Ciò dimostra che gran parte dell’Ucraina è ora aperta agli investimenti”.

“La giornata di oggi segna una pietra miliare nel percorso dell’Ucraina verso la ripresa e la ricostruzione dagli effetti in corso di questo brutale conflitto – ha aggiunto John Doyle, presidente e ceo di Marsh McLennan – La piattaforma dati ucraina, la prima nel suo genere, consente alla comunità assicurativa e di investimento globale, nonché ai governi, di disporre di dati per valutare i rischi in modo molto più accurato e creare maggiore fiducia negli investimenti”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech