G. Fancel e D. Passero

Alleanza Assicurazioni ha festeggiato i suoi primi 125 anni di storia in occasione della sua convention annuale. L’evento si è tenuto a Genova, la città in cui la compagnia è stata fondata nel 1898, e ha visto la partecipazione di alcuni dei suoi consulenti. Il focus della convention ha riguardato il percorso di sviluppo della società avviato nel 2015 con la sigla del Patto per la crescita sostenibile che ha permesso di raggiungere alcuni obiettivi. Tra questi l’innalzamento delle competenze consulenziali, con investimenti in formazione della rete (un milione di ore di formazione erogate ogni anno), tecnologia e innovazione della gamma di offerta.  Inoltre, la strategia della compagnia ha permesso di registrare in sette anni una crescita costante nella raccolta premi totale (+39%) facendole scalare cinque posizioni tra le compagnie vita italiane e passando quindi dalla nona alla quarta per quota di mercato.

Nel corso della convention è stata anche lanciata Valore 125 Celebration, una soluzione assicurativa di investimento che ha l’obiettivo di un rendimento atteso del 3% nei primi due anni, grazie alla gestione separata di Alleanza, il fondo Euro San Giorgio.  

Obiettivo futuro? Diventare una data driven company

Nel prossimo futuro Alleanza mira a diventare una data driven company. Per far ciò, la compagnia ha avviato un percorso basato su digitalizzazione, qualificazione professionale e diversificazione. Per il primo punto, l’obiettivo della compagnia è diventare il primo network 100% digitalizzato in Europa, con oltre il 90% delle polizze emesse full digital. Per farlo Alleanza ha avviato il progetto Data Enterprise Intelligence, ovvero la creazione di un data lake che ha l’obiettivo di sviluppare “innovativi modelli di analisi avanzata”. 

Per quanto riguarda la qualificazione professionale, invece, la società eroga oltre un milione di ore di formazione alla sua rete. Mentre sul tema diversificazione l’obiettivo è il business protection. Alleanza, infatti, ha reso noto che proseguirà la sua crescita in questo settore “quadruplicando in sette anni la raccolta dei prodotti protezione, che nel 2022 ha superato i 350 milioni di euro, cioè 70 milioni in più rispetto all’anno precedente”. 

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech