sfida

Sostenibilità, distribuzione intelligente, rischi digitali, modelli assicurativi on-demand e coinvolgimento delle imprese nel benessere dei dipendenti. Sono le 5 sfide future per il settore assicurativo individuate da Ntt Data nel suo rapporto annuale “Insurtech Global Outlook 2023”.

Sostenibilità

Partiamo dalla sostenibilità: il cambiamento climatico viene identificato come il primo rischio del settore, viste le perdite significative causate dai fenomeni cat nat. Secondo lo studio, gli assicuratori devono identificare e sviluppare soluzioni incentrate sul clima. In tal senso, sono tre le aree di azione su cui intervenire: garantire la transizione verso Net-Zero, creare soluzioni di trasferimento del rischio per i crescenti rischi e adattare i servizi. In questo contesto, la tecnologia gioca un ruolo chiave. IoT, sensori fissi, dati radar o sonar, visione artificiale, droni, gemelli digitali e apprendimento automatico possono venire in aiuto degli assicuratori per prevedere e mitigare il rischio di disastri naturali e prevenire e ridurre la perdita di vite umane, proprietà e risorse.

Distribuzione

La seconda sfida riguarda la distribuzione, aspetto chiave per ottenere una maggiore fidelizzazione dei clienti. La distribuzione deve essere intelligente e qui gioca un ruolo fondamentale il partner scelto che consente agli assicuratori di accedere ad un nuovo mercato, già esistente. Per lo stesso proprietario del canale, i vantaggi si concretizzano nel cross-selling senza dover tentare lo sviluppo dello stesso prodotto.

Rischi digitali

La terza sfida ha a che fare con i rischi digitali. Gli attacchi informatici stanno aumentando del 50% anno su anno, spingendo molti governi a studiare nuove leggi. In questo contesto iperconnesso, le aziende sono alla ricerca di nuove modalità per proteggersi da attacchi dannosi e sono disponibili ad investire nella protezione, soprattutto per garantire la sicurezza dei dati. Gli assicuratori possono giocare un ruolo di primo piano presentando offerte in linea con le esigenze dei clienti, studiando soluzioni ad hoc con società cybertech.

Modelli assicurativi on demand

La quarta sfida riguarda i modelli assicurativi on-demand. Secondo lo studio di Ntt Data, la semplicità di questi modelli aumenta la probabilità di stipulare un’assicurazione del 58%. In questo senso la tecnologia gioca un ruolo fondamentale per la crescita di questo modello, soprattutto per automatizzare le attività non essenziali nei prodotti in abbonamento (il 45% afferma di averla già utilizzata per questi scopi), mentre il 35% degli assicuratori dichiara che il proprio carico di lavoro è diminuito grazie alle soluzioni digitali.

Coinvolgimento imprese nel benessere dei dipendenti

L‘ultima sfida riguarda il coinvolgimento delle imprese nel benessere dei dipendenti. Dopo la pandemia, i consumatori considerano più che mai l’importanza del benessere. Secondo lo studio, l’uso di tecnologie digitali in questo ambito può dare una mano. Prova ne è che il 71% dei consumatori si dichiara disponibile all’utilizzo di assistenza virtuale (18% in più rispetto al 2021).

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech