Unipol, Sostenibilità

La lotta al cambiamento climatico richiede un maggior numero di sinergie tra pubblico e privato. Questo è stato il leitmotiv dell’evento “Direzione 2050, Strategie per la neutralità climatica” organizzato dal Gruppo Unipol e andato in scena lo scorso 7 luglio a Milano.

Durante l’appuntamento, Matteo Laterza, direttore generale del Gruppo Unipol, ha illustrato le linee guida della politica di sostenibilità del gruppo, in linea con il Target Setting Protocol della Net Zero Asset Owner Alliance (a cui Unipol aderisce). Tra i principali obiettivi intermedi al 2030 vi sono la riduzione del 50% dell’intensità di carbonio del proprio portafoglio di investimenti finanziari gestiti direttamente; il taglio del 46,2% delle emissioni di Scope 1 e Scope 2 legate a consumi elettrici, di gas e delle altre fonti energetiche per tutti gli edifici su cui il Gruppo Unipol ha un controllo diretto; una serie di investimenti tematici per gli SDGs (obiettivi di sviluppo sostenibile ndr.) nel 2024 pari a 1,3 miliardi di euro, (rispetto ai primi 862 milioni investiti a fine 2021)

All’evento sono intervenuti anche il professore Enrico Giovannini (attualmente direttore scientifico di Asvis), Gianpiero Calzolari (presidente di Granarolo), Elena Grandi (assessora all’ambiente e verde del Comune di Milano), Stefano Granella (chief strategy and growth A2A) e Paolo Caridi (head of unit – communicaon and civil society, dg climate Acon Commissione Europea).

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech