sostenibilità, net-zero

Nonostante la crisi climatica abbia un ruolo sempre più centrale nell’agenda politica globale e il deficit ecologico nei confronti del pianeta sia evidenziato da un numero sempre maggiore di ricerche, la consapevolezza degli investitori italiani sulla finanza green presenta ancora diverse lacune: il 13% degli investitori del nostro Paese non conosce gli investimenti sostenibili, mentre il 39% ne ha solo sentito parlare.

Questi dati emergono dall’Osservatorio Investitori presentato da Cnp Vita Assicura, commissionato a Bva Doxa che ha condotto oltre 2400 interviste, che analizza i comportamenti degli investitori italiani, le loro attitudini e le competenze in ambito finanziario.

Dallo studio si evince come la scarsa conoscenza di questa tipologia di investimenti sia legata anche ad una debole propensione degli operatori finanziari verso queste tematiche: quasi 1 investitore su 2 (46%), infatti, dichiara di non aver mai ricevuto o di non ricordare una proposta di sottoscrizione di prodotti sostenibili da parte della propria banca. Del restante 54% a cui sono stati proposti, invece, il 30% ha deciso di sottoscriverli, mentre il 24% ha avuto una reazione più fredda.

Nonostante lo scetticismo che emerge da alcuni comportamenti degli investitori, a livello di intenzioni la situazione sembra più rosea: l’85% del campione dichiara che sottoscriverebbe prodotti sostenibili. Pochi dubbi anche quando si confrontano investimenti responsabili e tradizionali: il 74% dichiara di preferire i primi sia a parità di rendimento (53%), sia in caso di rendimenti inferiori (21%). L’8% degli intervistati, al contrario, afferma che non sceglierebbe mai un investimento sostenibile perché considerato poco credibile e “di facciata”.

“Sostenibilità vuol dire anche saper accompagnare clienti e investitori verso una visione del futuro condivisa e responsabile – ha affermato Paolo Fumo, direttore commerciale delle Compagnie Cnp Vita in Italia – Sono convinto che l’assicurativo possa intraprendere questo percorso portando una consulenza che dia valore aggiunto ai suoi clienti, raccontando i vantaggi di prodotti ancora poco conosciuti come quelli socialmente responsabili”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech