cargo, rischio incendio

Trasporto marittimo: incendio causato dalle batterie, un rischio da non sottovalutare

Le batterie agli ioni di litio stanno avendo un impatto sempre più importante sulla sicurezza marittima. Ciò è dimostrato dal verificarsi di incendi su navi ro-ro, veicoli e navi portacontainer. Secondo un nuovo rapporto dell’assicuratore marittimo Allianz Global Corporate & Specialty (Agcs), la lotta contro questi incidenti, soprattutto in mare, si sta rivelando particolarmente difficile. L’unico modo per fronteggiare questi pericoli è adottare misure preventive come spiega Rahul Khanna, direttore globale della consulenza sui rischi marittimi presso Agcs. “Le aziende – dice – devono fare del loro meglio per adottare, attuare e applicare solide misure preventive. Infatti, con l’ascesa dell’auto elettrica, sempre più veicoli contenenti batterie agli ioni di litio saranno trasportati via mare in futuro “.

Il rapporto, “Batterie agli ioni di litio: rischi di incendio e misure di prevenzione delle perdite nel trasporto marittimo“, evidenzia quattro rischi principali: incendio (batterie agli ioni di litio contenenti elettrolita, un liquido infiammabile ); esplosione (derivante dal rilascio di vapori e gas infiammabili in uno spazio confinato ); fuga termica (autoriscaldamento rapido che può causare un’esplosione); e i gas tossici che questi incidenti possono causare. produrre. Le cause più comuni di disastri sono la produzione di accumulatori e batterie che non sono conformi agli standard, il sovraccarico di accumulatori o il surriscaldamento a causa di un cortocircuito. Anche il degrado di accumulatori o batterie, in particolare legato a un imballaggio scadente, a una manipolazione errata o allo slittamento di una carica scarsamente protetta, può essere la causa di un disastro.

“Le batterie non sono solo una potenziale causa di incendio quando sono danneggiate, sovraccariche o sottoposte a temperature elevate. Possono anche esacerbare altre fonti di fuoco in mare e causare incendi difficili da estinguere, che possono riaccendersi diversi giorni o settimane dopo – spiega Rahul Khanna – Nella maggior parte degli incidenti che si verificano a bordo di una nave, la fuga termica può essere un fattore di incendio significativo, se l’equipaggio non intraprende azioni immediate, come estinguere l’incendio utilizzando grandi quantità di acqua per un lungo periodo di tempo. Inoltre, questa operazione può essere estremamente difficile, soprattutto se la diagnosi precoce è difficile, se non ci sono abbastanza marittimi o se le capacità antincendio sono inadeguate”. 

Le misure di prevenzione delle perdite dei veicoli elettrici sui vettori di veicoli e sulle navi portacontainer

Per mitigare il rischio di incendio legato alle batterie agli ioni di litio durante il trasporto di veicoli elettrici su navi e container, gli esperti di Agcs hanno presentato diverse raccomandazioni per le imprese, in particolare in due settori: stoccaggio e trasporto.

Innanzitutto il personale deve essere addestrato nelle procedure di imballaggio e movimentazione e i marinai devono essere addestrati nella lotta antincendio con batterie agli ioni di litio. Ove possibile, si dovrebbe verificare che lo stato di carica delle batterie sia adatto al trasporto. I veicoli elettrici con bassa altezza da terra dovrebbero essere etichettati, in quanto questa funzione può causare problemi con la ricarica e lo scarico. Infine, bisogna garantire che tutti i veicoli elettrici siano adeguatamente fissati aiuta a prevenire lo slittamento durante il trasporto. Anche tutte le disposizioni che possono aiutare con la diagnosi precoce lungo il percorso sono essenziali. Sono particolarmente necessari proiettili di sicurezza antincendio, scanner termici, rilevatori di gas e rilevatori di calore / fumo, nonché telecamere di videosorveglianza.

Il rapporto elenca anche diverse misure che possono contribuire allo stoccaggio sicuro delle batterie agli ioni di litio. Anche in questo caso gli esperti Agcs raccomandano la formazione del personale nelle procedure di imballaggio e movimentazione. Inoltre va definito un piano di risposta alle emergenze per le batterie danneggiate o surriscaldate e un piano di controllo dei rischi per gestire la ricezione, lo stoccaggio, la spedizione e il monitoraggio delle batterie agli ioni di litio confezionate. Infine, va affrontata la prevenzione dell’esposizione delle batterie alle alte temperature e la loro separazione da altri materiali combustibili, nonché la rapida rimozione delle batterie agli ioni di litio danneggiate o difettose.

” Per limitare gli incidenti legati al trasporto di batterie agli ioni di litio nel settore marittimo, gli attori della catena di approvvigionamento devono comprendere i rischi, le cause e i problemi associati al trasporto commerciale”, ha affermato Randall Lund, Senior Marine Risk Consultant presso Agcs e autore del rapporto con Miguel Herrera e Justin Kersey, anche loro consulenti del rischio marittimo presso Agcs – Esistono regolamenti e istruzioni specifici per quanto riguarda queste batterie che mirano a prevenire la maggior parte degli incidenti. Tuttavia, possono essere efficaci solo se vengono diffusi e applicati. Solo attraverso uno sforzo concertato da parte di tutte le parti interessate nella catena di approvvigionamento possiamo sperare di ridurre il numero di incidenti “.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech