cyber-security, kovrr e sans institute

Fornire supporto nella gestione degli incidenti informatici. Questo l’obiettivo di Cyber Incident Management (Cim), nuovo servizio ideato dal broker Marsh e dedicato ai suoi clienti in Europa continentale e nel Regno Unito. La soluzione, presentata per la prima volta lo scorso anno negli Stati Uniti, combina tutti gli elementi chiave necessari per affrontare gli incidenti informatici: dalla preparazione alla risposta e al recupero, senza trascurare il potenziamento della resilienza informatica.

In aggiunta alle risorse interne dedicate, Marsh ha predisposto una rete di professionisti indipendenti pronti a fornire supporto ai clienti: da esperti di IT forense a consulenti legali, passando per figure specializzate nelle estorsioni informatiche, nel recupero di dati e nella comunicazione di crisi.

Secondo i dati del report The State of Cyber Resilience pubblicato da Marsh e Microsoft, la crescita dell’incidenza e della complessità delle minacce cyber sta indebolendo la fiducia della leadership nella capacità delle organizzazioni di far fronte al rischio informatico, con solo il 9% dei leader executive che afferma di avere grande fiducia nelle capacità della propria azienda di gestire e rispondere agli attacchi cyber.

“Considerando che gli eventi ransomware sono aumentati del 148% nel 2021, non sorprende che molti dirigenti siano preoccupati e mettano in dubbio le capacità di resilienza informatica della propria organizzazione”, ha spiegato Helen Nuttall, head of cyber incident management, Uk, Marsh. “Il servizio CIM è fortemente orientato alla preparazione contro gli incidenti informatici e questo permetterà ai clienti di affrontare le eventuali crisi in modo efficiente ed efficace, mitigandone così l’impatto e accelerando il ripristino”.

Florian Saettler, head of cyber incident management, Continental Europe, Marsh, ha aggiunto: “Il successo della resilienza informatica passa dall’adozione di un approccio completamente integrato alla gestione degli eventi informatici, capace di riflettere il profilo di rischio specifico di un’organizzazione. Il servizio CIM di Marsh riunisce i molteplici flussi di lavoro necessari per rispondere agli eventi informatici e limitare l’impatto finanziario e reputazionale in caso di incidente”.

L’annuncio di oggi segue il lancio, avvenuto in aprile, di un nuovo servizio di cybersecurity marketplace per i clienti statunitensi di Marsh, progettato per semplificare il processo di procurement e aiutare a identificare soluzioni, strumenti e servizi di sicurezza informatica in linea con le rispettive esigenze, con l’obiettivo di favorire una maggiore resilienza informatica.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech