digital footprint

Fido, società specializzata nell’analisi dei digital-footprints e nello sviluppo di modelli di valutazione del rischio basati sull’intelligenza artificiale, ha raccolto 5 milioni di euro in un round di finanziamento guidato da United Ventures, fondo italiano di venture capital specializzato in investimenti nelle tecnologie digitali. Fido opera nel settore del identity verification nel quale aziende specializzate lavorano per verificare l’affidabilità dei clienti prima che venga loro concesso un prodotto/servizio online. Si prevede che la dimensione globale di questo mercato crescerà da 8,6 miliardi di dollari nel 2021 a 18,6 miliardi di dollari entro il 2026.

Dopo aver raccolto 1,6 milioni di euro nel 2020 da un pool di business angels italiani ed investitori industriali, con questo nuovo round, la scaleup milanese, porta a 6,6 milioni di euro il totale del capitale raccolto.

La piattaforma di Fido

Fido ha creato una piattaforma in grado di valutare la qualità dei clienti online attraverso la rilevazione dei digital footprints, nel rispetto delle normative sulla privacy. Analizzando informazioni come il numero di telefono, l’indirizzo di posta elettronica, l’indirizzo IP, il dispositivo e il browser, la piattaforma cattura centinaia di segnali in tempo reale che vengono impiegati dalle aziende per diverse applicazioni. La soluzione di Fido offre la possibilità di utilizzare i dati raccolti per alimentare degli algoritmi proprietari di valutazione della clientela: lead validation per verificare l’identità digitale dell’utente; credit scoring per la prevenzione delle frodi creditizie; fraud prevention per la prevenzione delle frodi transazionali.

Durante il primo anno di attività, la piattaforma di Fido ha processato oltre 3 milioni di interrogazioni e chiuso accordi con clienti italiani ed internazionali come Facile.it, Sisal, Banca Sella, Younited, Trulioo e Boku.

Le nuove risorse finanziarie saranno impiegate per aumentare il numero dei segnali raccolti, sviluppare nuovi algoritmi di scoring, lanciare un’offerta per le PMI ed ampliare il team di Fido.

“Gli ottimi risultati raggiunti in Italia sono stati ottenuti grazie alla versatilità e alla scalabilità della nostra piattaforma tecnologica e hanno creato le condizioni per accelerare il nostro piano di sviluppo a livello globale – ha affermato Marko Maras, Chief Executive Officer di Fido – La fiducia che ci è stata riconosciuta da United Ventures testimonia la validità del percorso che stiamo compiendo ed è un motivo di grande soddisfazione”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech