sostenibilità assicurazioni

Sono partite il 1° giugno le selezioni per la terza edizione di Powercoders, l’accademia di programmazione informatica per rifugiati lanciato nel 2017. Il progetto, supportato da Reale Foundation, Fondazione Italiana Accenture, Unhcr e ora anche da Enel, offre alle persone corsi intensivi e opportunità di inserimento in aziende operanti nel settore IT. Un percorso che negli anni ha coinvolto, solo in Italia, oltre 300 candidati. Tra i partecipanti Powercoders Italia, il 70% ha trovato uno stage dopo il corso e l’80% è entrato produttivamente nel mondo del lavoro. Le selezioni rimarranno aperte fino all’inizio del corso, in programma per il mese di settembre. La nuova classe di studenti non sarà più composta solo da rifugiati ma anche da Neet.

“Siamo felici e orgogliosi che Powercoders continui a crescere su scala nazionale, ampliando il proprio target di riferimento e potenziando così l’impatto sociale del progetto – ha affermato Francesco Ecclesie, project manager Powercoders Italia – Proseguiamo con l’ambizioso obiettivo di abilitare l’inclusione sociale tramite la formazione, offrendo ai partecipanti competenze in grado di rispondere alle attuali esigenze del mercato del lavoro. Investire nella formazione – oggi – rappresenta un fattore imprescindibile per accompagnare il processo di trasformazione digitale del Paese e fornire una reale opportunità di inserimento lavorativo alle fasce più vulnerabili”.

“Il progetto Powercoders – ha invece ricordato Virginia Antonini, head of sustainability and corporate communication di Reale Group – sarà oggetto di uno degli episodi di The Journey, la mini-serie che racconta le iniziative di Reale Foundation, inserite nel percorso verso la sostenibilità, con protagonista Jury Chechi”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech