kinetic insurance, infortuni sul lavoro

I dati relativi agli infortuni sul lavoro sono sempre più preoccupanti. Basta pensare che solo in Italia gli open data su infortuni e malattie professionali dei primi 10 mesi del 2021 pubblicati dall’Inail hanno evidenziato un’ulteriore crescita. Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Istituto tra gennaio e ottobre dell’anno appena concluso sono state 448.110 (+6,3% rispetto allo stesso periodo del 2020), 1.017 delle quali con esito mortale (-1,8%). Tra i dati figurano in aumento anche la diagnosi di patologie di origine professionale denunciate (come per esempio i numerosi casi di carcinoma del polmone contratti a seguito di anni di lavoro in ambienti di lavoro inidonei con agenti cancerogeni), che sono state 45.395 (+24,0%). 

Negli Stati Uniti esiste una società che consente, grazie a un dispositivo elettronico indossabile, di allertare il lavoratore nel momento in cui sta effettuando un movimento scorretto. Fondata nel 2014 a New York, Kinetic sviluppa infatti dispositivi indossabili collegati a software basati su cloud al fine di ridurre gli infortuni sul lavoro per i dipendenti di un’azienda. Nel 2021 la società ha avviato una partnership con la compagnia assicurativa Nationwide da cui è nata la soluzione assicurativa Kinetic Insurance.

Gerritt Graham, Kinetic

Cosa offre Kinetic Insurance

A raccontare ad InsurZine in che cosa consiste questo prodotto assicurativo è stato Gerritt Graham, executive vice president, growth strategy di Kinetic Insurance. “L’offerta di Kinetic rivoluzionerà il futuro dell’assicurazione infortuni grazie ad un approccio alla sicurezza guidato dalla tecnologia, a vantaggio sia degli imprenditori che dei dipendenti.” Una volta stipulata la polizza l’imprenditore non avrà solo diritto alla copertura, ma avrà a disposizione i dispositivi mobile e l’accesso alla piattaforma tech che si occupa dell’analisi dei dati provenienti dai device. Il meccanismo intelligente dovrà essere indossato da ogni lavoratore all’altezza della cintura. Ogni volta che si verificherà un movimento rischioso il dispositivo avviserà il dipendente emettendo una vibrazione. L’offerta innovativa comporta, a detta della società, un abbassamento dei costi delle polizze grazie all’utilizzo del dispositivo indossabile che ha dimostrato di ridurre le lesioni da sforzo e distorsione fino al 50% e i giorni di lavoro persi del 72%. Attualmente il servizio offerto da Kinetic, che opera come managing general underwriter (MGU), fornisce un ventaglio di polizze guidate dalla tecnologia nel mercato aziendale apportando una vera e propria innovazione in questo ramo.

La soluzione di Kinetic non agisce solo in ottica preventiva ma porta il lavoratore ad acquisire una maggiore consapevolezza sui rischi che si corrono durante il lavoro. La tecnologia proprietaria di Kinetic è stata creata e brevettata per migliorare le condizioni di sicurezza nel mondo del lavoro in America. “Ad oggi l’offerta di Kinetic Insurance è disponibile solo negli Stati Uniti – ha spiegato Graham – Kinetic Insurance, in qualità di gestore del programma, e la divisione E&S/Specialty di Nationwide stanno stipulando un accordo di sottoscrizione per erogare la soluzione assicurativa, il dispositivo mobile e l’utilizzo della piattaforma di analisi del software anche in altre aree geografiche. Ad oggi, sono decine di migliaia i lavoratori americani che hanno indossato il prodotto di Kinetic -ha continuato Graham – I dati hanno rilevato una riduzione del 50-60% della frequenza degli infortuni. Tra i nostri clienti ci sono aziende che operano in diversi settori, dalla vendita al dettaglio, alla logistica fino all’industria manifatturiera e, inoltre, sei aziende clienti sono rientrate nella classifica Fortune 50“.

Secondo Graham, la soluzione assicurativa di Kinetic sta avvicinando l’insurtech alla quotidianità dei singoli lavoratori. “Grazie al nostro dispositivo mobile ora anche i singoli dipendenti delle aziende potranno conoscere il mondo dell’innovazione assicurativa – ha concluso Graham – Noi di Kinetic stiamo aprendo un capitolo completamente nuovo nel panorama della rivoluzione insurance.”

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Francesca Ghisi

Classe 1994, laureata in Giurisprudenza è esperta in Bancassurance e Diritto Comparato.