M&A

Il mercato italiano M&A ha chiuso un 2021 decisamente positivo sia in termini di numero di operazioni (oltre 1.000) che di controvalori (oltre 90 miliardi di Euro). Si tratta dell’anno migliore dopo la crisi finanziaria del 2008. I prodotti assicurativi abbinati alle operazioni di M&A hanno registrato nel 2021 in Italia un considerevole incremento, un trend che presuppone di continuare anche nel nuovo anno. Per questo motivo, Willis Towers Watson, società globale attiva nella consulenza, brokeraggio e offerta di soluzioni assicurative alle imprese e alle istituzioni, ha deciso di rafforzare il team Transactional Risks in Italia con gli ingressi degli avvocati Vania De Feo (nel team dall’aprile 2021) e Benedetta Barlassina. Con l’arrivo della nuova risorsa, De Feo ha assunto la guida del team italiano Transactional Risks, parte della più ampia practice M&A Solutions che fa riferimento a Marco Radice Fossati, Head of M&A and Private Equity, Willis Towers Watson Italia.

Le soluzioni Transactional Risk Insurance a supporto di operazioni di M&A, fa sapere la società, sono in forte crescita: nel 2021 il controvalore complessivo delle operazioni seguite da Willis Towers Watson in Italia è stato pari a circa 6 miliardi di Euro e mediamente 7 richieste su 10 si sono chiuse con l’attivazione di una copertura assicurativa (contro le 3 su 10 nel 2020). Sempre maggiore interesse suscitano poi le coperture “contingent” (relative a rischi noti) e “tax”, che possono essere implementate sia nel contesto di un’operazione di M&A, sia su base stand-alone.

“Benedetta ha alle spalle una grande esperienza di consulenza legale, con una conoscenza approfondita anche del mercato M&A internazionale” spiega Marco Radice, Head of M&A and Private Equity, Willis Towers Watson Italia. “Con il suo ingresso andiamo a consolidare e ampliare la nostra offerta, in un momento in cui lo scenario di rischio, locale e globale, è sempre più complesso e la richiesta di polizze per tutelarsi da potenziali rischi nell’M&A è in crescita esponenziale nel nostro Paese. Vogliamo rispondere alla crescita dell’interesse del mercato verso queste soluzioni con un team multidisciplinare di eccellenza, in grado di cogliere gli aspetti di maggior rilievo per la valutazione del rischio e di comprendere le esigenze del cliente, consci del fatto che il ‘sistema Italia’ è ritornato centrale a livello globale, sia per operatori industriali che finanziari. Siamo certi che il crescente utilizzo di queste soluzioni compenserà un’eventuale flessione del numero di operazioni, essendo diventate elemento negoziale il cui valore aggiunto è ormai accertato da tutte le parti in causa nei processi di M&A e riteniamo che la comprovata esperienza di Vania nel campo del contenzioso possa rappresentare un acceleratore per una miglior comprensione da parte dei mercati assicurativi internazionali di rischi specifici inquadrati nel contesto giuridico e normativo italiano, così da dare un nuovo impulso a questa nicchia che crediamo fortemente assumerà presto un ruolo chiave nell’ambito della negoziazione di rischi identificati dalle parti in sede di due diligence / disclosure”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech