cybertech, baobab

La cybertech berlinese Baobab ha annunciato di aver raccolto 3,5 milioni di euro in un round pre-seed guidato da Project A Ventures con la partecipazione di La Famiglia, Discovery Ventures e diversi angel investor come Christopher Oster e Marco Adelt (Clark), Michael Riegel (Comtravo), Hanno Fichtner (Gabi), Emilios Markou e Alexis Pantazis (Hellas Direct ), Philippe Mota e Jan Beckers (Bit Capital & Ioniq). Fondata nel 2021, Baobab combina sicurezza informatica e assicurazione. Un approccio simile a quello della francese Stoïk. La società aiuta infatti le Pmi ad essere più resilienti di fronte agli attacchi informatici. Lo fa fornendo strumenti di analisi e prevenzione oltre che una polizza cyber che copre i danni causati dagli attacchi informatici. La tecnologia di Baobab consente inoltre di mitigare i rischi e ottimizzare i premi delle coperture. La società ha rivelato di star lavorando a stretto contatto con i broker nello sviluppo del prodotto. A spiegare perché è Vincenz Klemm, co-fondatore di Baobab. “Vogliamo consentire ai broker assicurativi di essere in grado di consigliare i propri clienti sulla loro esposizione al rischio individuale in modo che le aziende non siano lasciate sole con codici di vulnerabilità criptici, ma vengano invece fornite soluzioni attuabili per migliorare la loro posizione di sicurezza informatica”. Baolab utilizzerà il capitale raccolto per sostenere la sua crescita in Germania ed espandersi in altri mercati europei. Parte del finanziamento verrà utilizzato anche per assumere professionisti assicurativi ed esperti di sicurezza informatica.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Redazione Insurzine

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech