clienti assicurativi, majesco

Personalizzazione prodotti e flessibilità, le richieste dei clienti italiani alle assicurazioni.

Il 60% dei clienti italiani chiede alle assicurazioni più personalizzazione nei prodotti e più flessibilità. È quanto emerge dall’indagine “Insurance innovation: le dinamiche di trasformazione digitale per espandere gli orizzonti di collaborazione” realizzata da Salesforce con il supporto di Idc Italia. Il report, che ha visto la partecipazione di 362 intermediari assicurativi tra cui agenti e broker che operano sul mercato italiano, ha voluto indagare le principali evoluzioni in ambito digitale del settore assicurativo.

Cosa vogliono i clienti assicurativi italiani

Secondo i dati della ricerca, la possibilità di modulare le polizze rappresenta per i clienti italiani un punto molto importante (40%), insieme a una maggiore trasparenza delle comunicazioni e delle condizioni contrattuali con la propria assicurazione (33%). Infine, il 25% richiede un’offerta di prodotti innovativi e attività di fidelizzazione dedicate che possano rispondere alle proprie esigenze. Ecco perché i clienti italiani si dimostrano sempre più propensi alla condivisione dei propri dati. Il 50% si dichiara favorevole con il solo fine di poter usufruire di servizi innovativi e a valore aggiunto.

BigTech e Insurtech? I clienti italiani preferiscono l’approccio “classico”, per ora…

La digitalizzazione delle compagnie assicurative tradizionali diventa sempre più importante anche alla luce della presenza di nuovi attori emergenti come le Insuretech e le Big Tech Companies, realtà che basano le proprie offerte su nuovi servizi completamente digitali. I clienti italiani continuano però a preferire l’approccio “classico”, con oltre il 40% di loro che afferma che si rivolgerebbe a questi nuovi player solo se offrissero prodotti assicurativi in affiancamento o in partnership a quelli tradizionali. Non stupisce quindi un altro dato emerso dall’indagine: per il 97,5% degli intervistati l’intermediario assicurativo non è soltanto un venditore, ma un consulente, capace di creare una relazione empatica.

Intermediari italiani, rafforzare fiducia dei clienti è la priorità numero uno

Per quanto riguarda gli intermediari italiani, il 79% ritiene che la priorità numero uno del settore sia rafforzare la fiducia dei clienti, poi la necessità di allargare la raccolta premi sia verso nuova clientela (52%), sia con nuovi prodotti e servizi (22%). Ed è proprio per raggiungere tali obiettivi che nei prossimi due anni le esigenze tecnologiche degli intermediari si indirizzeranno verso strumenti di analytics capaci di aiutarli a capire meglio il mercato e trovare nuovi clienti (84%) e tecnologie in grado di rispondere in tempo reale alle richieste dei clienti per ottimizzare le comunicazioni omnicanale e la vendita di prodotti (79%). Tali soluzioni si riveleranno strategiche sia per automatizzare le attività di lead generation, che per migliorare l’utilizzo dei dati raccolti al fine di creare comunicazioni e offerte personalizzate.

“Possiamo affermare che ci troviamo di fronte a un cambio di passo per il settore assicurativo che è chiamato oggi a fornire un maggiore supporto nei processi di innovazione e comunicazione ponendosi come priorità assoluta la fiducia dei clienti – spiega Michele Cumin, financial sector leader di Salesforce Italia – Le nuove tecnologie rappresentano senza dubbio l’alleato essenziale: sono infatti gli stessi intermediari a dirlo, con il 63% di essi che vede nelle piattaforme digitali lo strumento imprescindibile per valorizzare il proprio ruolo, avere una collaborazione più veloce e agile tra agenzia e compagnia, ed infine competere efficacemente con gli attori emergenti del settore”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Insurzine

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech
Dati Insurtech
I Podcast di Insurzine